Veronica Barassi, chi è l’antropologa: carriera e curiosità

Veronica Barassi, insegna Scienza della Comunicazione nella Scuola di Scienze Umane e Sociali dell’Università di San Gallo, inoltre è la titolare della cattedra di Media e Cultura presso l’Institute of Media and Communication Management.

 

L’antropologa si occupa di implicazioni sociali e politiche delle tecnologie sui dati, inoltre il suo campo comprende anche l’intelligenza artificiale, i suoi articoli sono stati pubblicati nelle principali riviste scientifiche.

Veronica Barassi, chi è l'antropologa famosa in tutto il mondo per le sue ricerche (Screeenshot)
Veronica Barassi, chi è l’antropologa famosa in tutto il mondo per le sue ricerche (Screeenshot)

La professoressa ha pubblicato il suo primo libro Activism on the Web: Lotte quotidiane contro il capitalismo digitale, edito da Routledge, pubblicato nel 2015 è il prodotto di ricerche etnografiche prodotte nel corso degli anni.

Le stesse ricerche sono state finanziate dall’ARts and Humanities Research Council e dalla stessa British Academy, nel progetto viene affrontata anche la tematica della partecipazione politica e dei social media.

Inoltre il suo secondo libro Child, Data, Citizen: How Tech Companies are profiling Us from before Birth viene pubblicato dal Mit Press nel Dicembre del 2020.

Attualmente sta lavorando sul suo terzo libro I Figli dell’Algoritmo: Sorvegliati, Tracciati e Profilati, verrà pubblicato da Luiss University Press.

L’antropologa ha avuto diverse conferenze nelle principali università degli Stati Uniti e del Regno Unito, infatti nel suo curriculum ci sono la Stanford Univeristy, la University of Southern California, la University of California, il Kings College London e la University of Westminster.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Chris Naunton, l’egittologo ospite di Alberto Angela a Passaggio a Nord-Ovest

Veronica Bassi, l’antropologa famosa in tutto il mondo per il suo immenso lavoro di ricerca

Nel 2018, l’Ufficio per l’Informazione del Governo gestito dal Regno Unito ha usato le sue ricerche per riuscire a comprovare lo sviluppo di un “Age-appropiate design code”.

Nel 2019 ha discusso di etica e dell’Intelligenza Artificiale presso il Digital Summit creato dal governo Irlandese e nel 2020 presenterà il suo lavoro presso la Global Child Forum, un evento per tutte le imprese incentrato sui diritti dei bambini.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Alberto Angela, le sue parole emozionanti sulla libraia Enza

Inoltre l’antropologa ha tenuto un Ted Talk su cosa le compagnie aziendali conoscono circa i nostri bambini, per poi raggiungere oltre 1,9 milioni di visualizzazioni.

Attualmente l’antropologa ha vinto il Basic Research Funding presso l’Università di San Gallo per il lancio del suo ultimo progetto ricco di innovazioni e ricerche nel settore: “The Human Error Project: AI, Human Nature and the conflict over Algorithmic Profiling”.