Arianna Avallone, morta a 26 anni: chi era la giovane mamma

Si chiama Arianna Avallone, 26enne originaria di San Severo, l’ultima vittima di un tragico incidente stradale in Puglia.

26 anni, originaria di San Severo, grosso centro in provincia di Foggia, è Arianna Avallone la vittima dell’incidente mortale avvenuto ieri pomeriggio sulla Statale 272. La giovane donna, che da cinque mesi era diventata mamma, si trovava in auto insieme al suo compagno e alla figlioletta.

(Facebook)

L’intera famiglia era diretta all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, quando si è verificato il dramma che ha sconvolto tutti. La loro autovettura aveva appena oltrepassato l’incrocio dell’ex stazione di San Marco in Lamis, quando per cause in corso di accertamento il veicolo ha improvvisamente sbandato.

Leggi anche –> Incidente stradale, intera Valle in lutto: la vittima aveva 27 anni

Il mezzo su cui viaggiavano Arianna Avallone con compagno e figlia di pochi mesi è così finito fuori strada. Quindi la corsa del mezzo è finita in un canale di scolo. L’impatto è stato talmente violento che il corpo della giovane mamma è stato sbalzato fuori dall’abitacolo. La donna, a causa dell’impatto, è morta sul colpo.

Leggi anche –> Malore durante il padel, morta la pallavolista Romina De Angelis

Addio ad Arianna Avallone, il dramma della giovane mamma di San Severo

Il suo compagno e la piccola di pochi mesi sono stati trasportati in codice rosso, rispettivamente in ambulanza e in elisoccorso, nel più vicino nosocomio. Arianna Avallone era originaria di San Severo, ma viveva a Pozzuoli con il compagno. L’uomo è un giovane imprenditore puteolano, proprietario di un bar a Bacoli, nel napoletano.

La famiglia viaggiava su un Audi Q3, che è andata completamente distrutta, mentre c’è apprensione in particolare per la piccola rimasta ferita nell’incidente in cui ha perso la vita la sua mamma. Diplomata nel 2014 al magistrale della sua città, Arianna Avallone da qualche tempo si era trasferita per amore in Campania, ma in questi giorni lei e il compagno erano in visita alla famiglia materna.

Grazie il dolore e la costernazione per quanto accaduto, sia a San Severo, città di origine della vittima, che a Pozzuoli e Bacoli, dove la famiglia si divideva tra casa e lavoro. La giovane mamma un paio di mesi fa aveva pubblicato una dolcissima foto su Facebook in compagnia della sua bambina.