Lutto nel Reggae: addio a Robert Shakespeare di Sly and Robbie

0
83

Robert Shakespeare, il celebre bassista Robbie dei “Riddim Twins” Sly and Robbie è morto Mercoledì scorso, secondo alcune fonti, il chitarrista stava combattendo una battaglia contro il tempo.

 

La perdita di Robbie è molto sentita dalla industria musicale e discografica, queste sono le condoglianze di Olivia Babsy Grange, il Ministro dello Spettacolo e della Cultura americana.

Robert Shakespeare, morto il bassista degli Sly & Robbie (Foto dal web)
Robert Shakespeare, morto il bassista degli Sly & Robbie (Foto dal web)

Durante il 1980,gli Sly and Robbie hanno lavorato in uno dei più grandi e progetti nella storia musicale americana, con loro c’era Grace Jones, Joe Cocker, Gwen Guthrie e il rapper KRS 1.

Il sound jamaicano scaturì con la morte di Bob Marley nel 1981, infatti il duo ha cercato in t utti i modi di tornare alle origini del Black Uhuru, per poi segnare un contratto con la Island Records ed incidere i loro primi album inediti.

Sly & Robbie sono una coppia di musicisti e produttori discografici jamaicani, sono stati molto attivi negli anni  ’70, hanno creato una etichetta discografica, la TAXI Records.

Il duo ha collaborato con cantanti internazionali, come Jovanotti, Sinéad O’Connor, Joan Armatrading, Garland Jeffreys, Yoko Ono, Francesco De Gregori, Joe Cocker, Jackson Browne, Mick Jagger, Nona Hendryx, Carl Simon, Bob Dylan e Grace Jones.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Lutto nella musica: morto il Premio Oscar e star del musical

Robert Shakespeare, il bassista di Sly & Robbie è deceduto, aveva collaborato con diversi artisti internazionali

Nel curriculum musicale del duo producer ci sono le sigle televisive Mediaset, tra cui l’annuncio notturno di Rete 4 tenuto da Emanuela Folliero dagli anni 1996 al 2001. Il duo è composto da Lowell Sly Dunbar un batterista nato a Kingston il 10 Maggio del 1952, e Robbie nato a Kingston il 27 Settembre del 1953.

La collaborazione del duo cominciò reinventando la musica tradizionale Jamaicana, tramite l’utilizzo di sintetizzatori e idee innovative, i due sono riusciti a creare un progetto che trascinava con sé tutto lo spirito del Reggae.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Lutto nel mondo della musica: addio a un grande del blues

Il ritmo e la forza dietro gli innumerevoli brani, remix, versioni e rimasterizzazioni, hanno creato una sorta di preludio per quella che sarebbe stata la musica dance degli anni ’70. Tra i nomi più influenti che hanno collaborato con il duo ci sono anche i Rolling Stones, Bob Dylan, Serge Gainsbourg e KRS-One.