La famiglia Calderone: chi sono i Re delle ambulanze nel mirino di Report

Questa sera su Rai 3 Report racconterà il caso degli appalti truccati nella sanità pavese i cui amministratori erano i fratelli Calderone.

Lunedì alle 21.20 su Rai 3 il programma “Report” racconterà il caso della famiglia Calderone che avrebbe gestito cooperative e società appalti per servizi di ambulanze in diverse regioni arrivando perfino alla Camera dei Deputati.

POTREBBE INTERESSARTI: Incidente frontale sulla Feltrina, addio a una coppia di giovani

Famiglia Calderone Report (immagine presa dal web)
Famiglia Calderone Report (immagine presa dal web)

Nel marzo scorso la Guardia di Finanza, ha porto agli arresti domiciliari quattro persone con l’accusa di di turbativa d’asta e frode nelle pubbliche forniture. Sono stati scoperti infatti numerose irregolarità nel bando indetto dalla ASST di Pavia nel 2017 in merito ai servizi di trasporto in ambulanza svolti dalla cooperativa “First Aid One Italia” nelle città di Voghera, Vigevano, Mede, Mortara, Casorate Primo, Broni e Stradella.

I titolari dell’organizzazione erano i fratelli Antonio e Francesco Calderone, originari di Messina e residenti rispettivamente a Roma e ad Arese. I servizi di trasporto interessavano gli ospedali di Voghera, Vigevano, Mede, Mortara, Casorate Primo, Broni e Stradella.

Anche il direttore generale di Asst Pavia, Michele Brait, e il dirigente amministrativo del servizio acquisti e gare e responsabile unico del procedimento Davide Rigozzi sono stati coinvolti e finiti agli arresti domiciliari.

La famiglia Calderone , originari della provincia di Messina, sono considerati dai magistrati coloro che hanno effettivamente amministrato gli illeciti compiti attraverso l’organizzazione di First Aid One Italia. I due fratelli sono anche titolari dell’azienda Croce Amica , l’organizzazione di volontariato aderente all’Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze (Anpas), attiva in ambito socio-sanitario nella provincia di Latina.

Il servizio erogato da Croce Amica è iniziato durante la pandemia e passato a Croce Bianca dopo essere stata imputata per falso. I due imprenditori chiamati i ” re della ambulanze in Italia” a causa del vero e proprio impero che hanno costruito in questo settori in questi anni. I fratelli Calderone hanno infatti vinti appalti in mezza Italia nonostante numerose precedenti penali. 

POTREBBE INTERESSARTI: Esplosione Ravanusa, sale il numero dei morti: trovati altri corpi

Nel 2020 i due fratelli hanno vinto un appalto per offrire il servizio di ambulanza, medico specialistico e il trasporto sanitario, tramite la società “Italy Emergenza”.