Edoardo Mapelli Mozzi, chi è il genero italiano di Sarah Ferguson

Edoardo Mapelli Mozzi nell’estate 2020 ha sposato Beatrice, la figlia Sarah Ferguson: è un imprenditore ricchissimo

Dopo i matrimoni reali di Harry e Meghan Markle nel maggio 2018 prima, di Eugenie di York e Jack Brooksbank nell’autunno seguente, ci sono state anche le prime nozze omossessuali nella famiglia reale con Lord Ivar Mountbatten, cugino della regina Elisabetta II, che ha sposato il fidanzato.

Edoardo Mapelli Mozzi
Edoardo Mapelli Mozzi con Beatrice (Getty Images)

Il gossip dei giornali inglesi, molto attenti a questo tipo di faccende, evidenziava che restava single solo Beatrice Elizabeth Mary di York, 32enne primogenita di Sarah Ferguson e del principe Andrea, principessa nona in linea di successione al trono.

Poi, improvvisamente, ecco che il 17 luglio 2020 ha sposato  Edoardo Mapelli Mozzi, imprenditore multimilionario di quatto anni più grande. Le nozze sono state intime a causa delle restrizioni anti Covid e hanno avuto un fidanzamento velocissimo. L’anello con la proposta è infatti arrivano a meno di un anno dalla loro frequentazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Belen Rodriguez, Michele Morrone il nuovo fidanzato? Ecco le foto

Edoardo Mapelli Mozzi, di cosa si occupa

Il suo lavoro è trovare case per clienti a dir poco benestanti. È figlio di Nikki Shale e del conte Alessandro Mapelli Mozzi, ex sciatore olimpico.

Tra i suoi beni c’è la societàche ha fondato, l’immobiliare Banda. Ville lussuose, casa mozzafiato per pochissime e a cifre inimmaginabili.

Tanti i contatti e le persone veramente importanti che conosce. Per fare un esempio, il secondo marito della madre (i genitori si sono separati quando era piccolo) è stato Christopher Shale, un caro amico dell’ex primo ministro britannico David Cameron.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sanremo Giovani, stasera in tv la finale: novità sul regolamento

Edoardo comunque non è stato il primo fidanzato ufficiale di Beatrice. Per dieci anni è stata fidanzata con Dave Clark, responsabile per l’estero di Uber, poi improvvisamente la storia è finita nel 2016.