Giada Matarazzo morta a 26 anni: dramma della strada a Bologna

Purtroppo non ce l’ha fatta la ventiseienne ferita ieri in un incidente stradale nei pressi di Bologna. Si chiamava Giada Matarazzo, e sappiamo che era stata portata in gravi condizioni in ospedale di Bologna: era gravemente ferita. E ora è arrivata la comunicazione della sua dipartita.

Dunque, Giada Matarazzo, la giovane ieri incidentata sulla statale di Bologna, è morta all’ospedale Maggiore di Bologna. Era stata prontamente soccorsa dal 118, quindi portata in ospedale. Ma le sue condizioni erano disperate. Ricoverata nel reparto rianimazione, è deceduta nel pomeriggio. La ragazza aveva appena ventisei anni ed era rimasta gravemente ferita ieri, 15 dicembre 2021, in un incidente stradale sulla statale 253bis (ex Trasversale di Pianura), vicino a Bentivoglio.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Giovane mamma morta dopo aver perso il figlio in un incidente stradale

26enne morta in un incidente automobilistico nei pressi di Bologna

La ventiseienne era alla guida di una Smart. In seguito a uno sbandamento è finita prima contro una Volkswagen e poi addosso a un autoarticolato. L’impatto sarebbe avvenuto all’altezza dell’imbocco dell’autostrada A13. Dalle prime ricostruzioni, sappiamo che la giovane abitava a San Pietro in Casale, comune di dodicimila abitanti, facente parte dell’Unione Reno Galliera.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> L’Aquila, grave incidente stradale: la 21enne alla guida è morta nella notte

La sfortunatissima Giada, stroncata da un incidente, sarà pianta da tutto il suo comune di origine. La polizia locale dell’unione Reno Galliera si è occupata già ieri di rilievi e per garantire la viabilità. Da oggi si aprirà un’inchiesta per omicidio colposo.

Addio a Giada Matarazzo, giovane morta in seguito all’incidente

La strada, conosciuta dai più come Traversale, non è un luogo in cui avvengono molti incidenti mortali. E ciò rende l’incidente che ha ucciso Giada ancora più tragico e inaccettabile.

L’incidente, che ha coinvolto tre mezzi (la Smart, la Volkswagen e un autoarticolato) ha creato i maggiori danni proprio all’utilitaria guidata dalla vittima.