Muore a Marsala per Covid Maurizio Bellitteri, un noto ristoratore: era un no vax

0
189

Ancora un decesso causato dal Covid-19. Un altro no vax. Si tratta di un noto ristoratore di Marsala, Maurizio Bellitteri. Aveva solo sessant’anni.

Il ristoratore siciliano Maurizio Bellitteri si era ammalato di Covid-19 circa un mese fa. Era un no vax e rifiutava anche le cure mediche. Secondo l’Ansa, nonostante fosse in gravi condizioni, Bellerini si è opposto fino all’ultimo alle cure dei medici. Gli operatori hanno dovuto faticare per convincerlo ad accettare il casco. È morto nella notte di Natale.

La morte di Maurizio Bellitteri

Maurizio Bellitteri, ristoratore siciliano morto per Covid (Ansa)

Il ristoratore di Marsala era un convinto e agguerrito sostenitore delle teorie no vax. Non solo aveva rifiutato di vaccinarsi ma aveva anche protestato molto sui social, condividendo articoli, video e post contro il green pass. Purtroppo è stato infettato dal Covid-19, e quell’infezione gli è stata fatale.

In Sicilia l’uomo era famoso. Infatti, Maurizio Bellitteri era un noto e apprezzato ristoratore di Marsala. Dopo giorni di ricovero in terapia intensiva, è morto all‘ospedale Paolo Borsellino della città. Bellitteri era un paziente a rischio: obeso e iperteso.

Le condizioni fisiche prima dell’infezione

Per via del suo quadro clinico precario, appena contratto il virus, Maurizio è subito entrato in crisi. Le sue condizioni sono rapidamente peggiorate. Ciononostante i medici hanno dovuto lottare per convincerlo a sottoporsi al casco ventilatore.

Ricoverato in terapia intensiva, è stato intubato. Le cure non sono però state sufficienti, e così Maurizio si è spento.

Chi era Bellitteri?

Perché continuiamo a pubblicare notizie sulle morti dei no vax? (Getty)

L’uomo era titolare ormai da diversi anni di un ristorante e di uno stabilimento balneare. Il suo esercizio era situato nella zona lido Signorino, sul versante Sud di Marsala. Era il più grande di cinque fratelli.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Nada Cella, il delitto di via Marsala: un giallo lungo 25 anni

Il ristoratore lascia una moglie e una figlia. Uno dei suoi fratelli, Massimo Bellitteri, era anche lui un imprenditore nel settore della ristorazione. Massimo è stato raggiunto dalla tragica notizia mentre preparava il pranzo di Natale per i poveri alla mensa sociale di Marsala. Distrutto, Massimo ha dichiarato: “Fino all’ultimo ho pregato per lui, ma non è servito a niente”.

Perché pubblichiamo notizie del genere?

Ci spiace dover portare avanti questo macabro format del “è morto un no vax…”, che probabilmente non ha nemmeno l’effetto di convincere un solo individuo contrario al vaccino a proteggersi dal Covid-19. Perché continuiamo quindi a pubblicare notizie del genere? Innanzitutto per dovere di cronaca, e poi perché speriamo di offrire a qualcuno l’opportunità di informarsi. E tutte le volte che possiamo, infatti, ripetiamo i dati ISS.

Lo faremo anche questa volta: a oggi, un non vaccinato dai quaranta ai cinquantanove anni ha un rischio 55 volte superiore a un vaccinato di due dosi da meno di tre quattro mesi di finire in terapia intensiva. E un ottantenne ha un rischio 85 volte superiore di morire rispetto a chi ha fatto tre dosi di vaccino. Pensateci, e non fatevi ingannare da teorie del complotto, scemenze pseudoscientifiche e allucinazioni varie.