Stanotte a Napoli, Alberto Angela conquista tutti con Partenope

Stanotte a Napoli in prima serata a Natale, il web plaude al divulgatore sceintifico: “Grazie, non siamo solo Gomorra”

Stanotte a Napoli, e che notte! Alberto Angela ottiene un successo prevedibile quanto straordinario con il documentario di ieri su RaiUno.

stanotte a napoli alberto angela
Alberto Angela sul Lungomare di Napoli (foto Twitter)

Già durante la messa in onda il web, come sempre in questi casi, è diventato l’assise dei commenti, quasi tutti positivi. Il popolo della rete ha gradito – e non solo quello napoletano o campano – il racconto della terza metropoli italiana, capitale di quel Sud amato e biasimato.

Dal Palazzo Reale di Piazza Plebiscito ai segreti e alla straordinaria bellezza della Cappella del Principe Raimondo di Sangro di San Severo, dai personaggi autoctoni che hanno dato lustro a quel posto fondato dai coloni greci tra i Campi Flegrei e il Vesuvio secoli prima della nascita di Cristo, a chi napoletano è diventato dopo come Maradona.

Angela ancora una volta ha saputo mettere in mostra l’importanza di una città che nel bene e nel male non può che essere unica in Italia e forse in tutto il mondo, e il modo in cui è stata raccontata – con entusiasmo e meraviglia – ha dato modo ai napoletani di vantarsi della proprio cultura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Fatelo presidente della Repubblica”, Alberto Angela viene candidato

Alberto Angela: “Napoli è sopratutto luce”

Lo speciale di ieri sera è arrivato qualche giorno dopo la fine della serie Gomorra. Fin dalla pubblicazione del libro di Roberto Saviano da cui è nata la fiction, in tanti hanno visto i fatti narrati solo come fango gettato sulla città. E per tale motivo il documentario pr molti è quasi come una ‘rivincita’.

Lo stesso Angela aveva scritto sui social che a Napoli ci sono fatti di cronaca che non solo non vanno ignorati ma anche combattuti, però Napoli “è soprattutto luce“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Salvatore Bagni: il protagonista del primo scudetto del Napoli oggi

C’è da aspettarsi che i dati degli ascolti tv riporteranno un grandissimo risultato alla Rai. Nei migliaia di commenti in molti evidenziano come Angela abbia spazzato via gli streotipi e che il suo lavoro sia da contraltare al documentario di Corrado Augias andato in onda ad aprile scorso.