Carlotta De Rossi morta nell’incidente stradale: chi era la studentessa

Il dramma di Carlotta De Rossi morta nell’incidente stradale: chi era la studentessa di Villorba, una comunità sotto choc.

Grande dolore in Veneto per un’altra giovane vita spezzata a causa di un gravissimo incidente stradale sulle strade della Regione: nelle scorse ore, è deceduta sul colpo la giovane Carlotta De Rossi, residente a Villorba. La ragazza aveva solo 18 anni.

Al momento dello schianto in cui ha perso la vita, la giovanissima donna si trovava assieme a tre amici, tutti di 20 anni. Lei ha avuto la peggio, mentre gli altri tre occupanti del mezzo sono rimasti solo lievemente feriti nell’impatto tragico e violentissimo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Incidenti stradali in Sicilia: due vittime nelle ultime 24 ore

Sul posto, dopo l’incidente, sono giunti i sanitari del Suem 118, che però non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della ragazza. Lo schianto tragico è avvenuto in via Trieste, dove sono arrivati anche i Vigili del Fuoco del comando provinciale di Treviso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Pro Lissone in lutto: il calciatore Riva scompare a soli 23 anni

Il dramma di Carlotta De Rossi: come è morta la giovanissima

Sul posto, sono giunti anche i militari dell’Arma dei Carabinieri per i rilievi di legge. Il recupero del corpo della giovane è stato abbastanza complesso. Stando alle prime informazioni sull’accaduto, sembra che l’auto a bordo della quale viaggiava la giovane con gli amici, per una dinamica ancora tutta da accertare, sia finita fuori strada.

Da quanto si apprende, la scena sarebbe stata vista da alcuni passanti. Anche per tale ragione, dunque, immediata è scattata la chiamata al numero dell’emergenza, così in pochi minuti i soccorsi sarebbero arrivati sul posto. Purtroppo però nulla hanno potuto fare per questa ragazza, una studentessa di appena 18 anni.

Il tam tam del decesso della giovane si è subito diffuso sui social network e così in tanti hanno manifestato il proprio dolore per quanto accaduto. “Non ci sono davvero parole”, sottolinea qualcuno, mentre in tanti mettono in evidenza come tante siano le giovani vittime della strada, anche e soprattutto in questo periodo di festività natalizie.