Corona: ecco che fine ha fatto la cantante che ha fatto ballare le disco anni 90

“L’Anno che verrà 2022” ospiterà Corona, la cantante famosa negli anni 90 per il singolo “The Rhythm of the Night”, stasera su Rai1.

Corona è una band di musica dance elettronica nata negli anni 90 creata dalla cantante e modella brasiliana Olga Maria de Souza e dal produttore Francesco “Checco” Bontempi (aka Lee Marrow). Il gruppo ha avuto un successo mondiale grazie a brani come “The Rhythm of the Night” e “Baby Baby”. Corona sarà ospite stasera al programma di Rai1 “L’anno che verrà” presentato da Amadeus.

POTREBBE INTERESSARTI: L’anno che verrà, il Capodanno da Terni visto in tutto il mondo

Corona è un gruppo guidato dalla cantante brasiliana Olga Souza, nata in Brasile negli anni ’60. Souza è nata in una famiglia di musicisti a Rio de Janeiro dove suo padre era un musicista e sua madre lavorava come cuoca.

Olga inizia a lavorare in una banca e continua questa carriera per diversi anni, fino a quando decide di lasciare il suo lavoro stabile per girare il mondo in cerca di fama e avventure. Stabilitasi in Italia, la giovane Olga Souza scelse per sé il nome d’arte Corona e così nacque la leggenda.

Sebbene sia sempre stata il frontman della band, il suo stile musicale è stato coordinato da una serie di produttori, oltre che dalla sua voce. Inizialmente prodotto da Francesco Bontempi (noto anche come Lee Marrow), poi Corona si è affidata a Francesco Conte e infine Paolo Dughero.

Corona si è rivelato un mix musicale estremamente popolare in Italia, arrivando ad successo significativo anche negli Stati Uniti. È stato il primo e più famoso singolo del gruppo, “The Rhythm of the Night“, che ha visto il maggior successo per Souza e Corona. Essendo una delle canzoni più onnipresenti e memorabili degli anni ’90, molti artisti si sono messi in fila per fare una cover del brano.

Nel 1993 è rimasto al primo posto nelle classifiche musicali italiane per otto settimane consecutive. Ecco il video della canzone:

Nella primavera del 1995 la canzone divenne celebre da un giorno all’altro anche nelle classifiche e nei club d’America. I singoli successivi sono “Baby Baby”, “Try Me Out” e “I Don’t Wanna Be a Star”. Non sono molti i singoli pubblicati da Corona perchè l’etichetta che li produceva, la Dance World Attack (DWA) ha subito alcuni importanti cambiamenti. Fino a quando però la produzione della band è stata trasferita all’etichetta del produttore Francesco Bontempi, World Of Music.

POTREBBE INTERESSARTI: Stefano Palatresi, dal Trio Melody al Capodanno di Terni: la sua carriera

Cosa fa ora la cantante dei Corona

Negli ultimi anni Souza ha iniziato a diversificare i suoi talenti, lavorando sia come concorrente che presentatrice in diversi programmi TV italiani e brasiliani. La cantante però non ha smesso di produrre musica insieme ad un agente. Olga ha dato vita a Londra ad agenzia di celebrità in cui si può ingaggiare la band per qualsiasi tipo di evento o spettacolo.