Stefano Palatresi, dal Trio Melody al Capodanno di Terni: la sua carriera

Sarà Terni il teatro del programma L’Anno che verrà, il classico show di Capodanno di Rai Uno, protagonisti il padrone di casa Amadeus ed il maestro e direttore dell’orchestra dal vivo Stefano Palatresi

Il musicista toscano torna a guidare l’orchestra impegnata nel programma L’Anno che verrà a quattro anni di distanza dall’ultima esperienza.

Stefano Palatresi

Stefano Paletresi, toscano di Cerreto Guidi, ha compiuto 61 anni lo scorso 26 dicembre. Alle spalle una carriera ricchissima di successi iniziata con il Diploma al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze e proseguita con programmi di grandissimo successo come Quelli della Notte di Renzo Arbore e Ieri, Goggi e Domani con la popolare Loretta.

—>>> Ti potrebbe interessare anche: Stefano Palatresi, che fine ha fatto il cantante e musicista

Ma pochi sanno che il cuore della carriera di Stefano Palatresi passa per la partecipazione a due programmi di grandissimo impatto popolare, Furore ed il Festival di Sanremo. Vediamo perché.

La carriera di Stefano Palatresi

Dopo essersi fatto conoscere a fine Anni Ottanta nei programma di Arbore e Goggi, Stefano Palatresi tenta, senza grande successo la partecipazione a Sanremo. E’ il 1988 e concorre nelle sezione Nuove Proposte con il brano Una carezza d’aiuto.

Nei primi Anni Novanta mette in piedi la prima orchestra con la quale partecipa come contrattista a diversi programmi di TeleMonteCarlo e della Rai.

A metà Anni Novanta torna al Festival di Sanremo, precisamente nel 1995, con uno “strano” terzetto composto da lui al piano, Gigi Proietti e Peppino Di Capri voce. Sono il Trio Melody Presentano il brano Che ne sai…se non hai fatto il pianobar. Arrivano al tredicesimo posto ma ottengono un grande successo di pubblico e critica.

Questo successo schiude al maestro toscano le porte di Furore condotto da Alessandro Greco dove dal 1997 al 2001 guida l’orchestra live.

—>>> Leggi anche: Trio Melody: la storia del gruppo che partecipò a Sanremo 1995

Negli Anni Duemila Stefano Palatresi affina la sua capacità di direzione guidando, in maniera sublime, varie orchestre Rai in programmi di grande impatto come Piazza Grande, Lo Zecchino d’Oro, Non sparate sul pianista e I Fatti Vostri.

Quest’anno il nuovo grande impegno con L’Anno che verrà il programma Rai condotto da Amadeus che da Terni introdurrà i telespettatori italiani al 2022.