Anche John Legend lo ha fatto: la scelta che lascia i fan senza parole

Musica e diritti d’autore, anche John Legend lo ha fatto: la scelta che lascia i fan senza parole, ecco cosa sta succedendo.

Quando ZZ Top ha venduto il suo catalogo alla partnership KKR-BMG a dicembre, sembrava dovesse essere un caso unico, mentre in realtà sembra che non sia così. Sembra evidente che nel mondo della musica sia in atto una rivoluzione per quanto concerne i diritti d’autore. Pensiamo ad esempio all’Italia.

Sono tanti gli artisti che nel nostro Paese stanno “migrando” dalla SIAE verso altre piattaforme per la tutela del diritto d’autore. Negli States, invece, ci troviamo di fronte a scenari ancora più eclatanti. Un mercato che vale davvero tanto, come quello discografico, vede artisti fare scelte importantissime e che potrebbero portare a conseguenze economiche difficilmente valutabili al momento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Le drammatiche immagini della tragedia di Chrissy Teigen e John Legend

Una fonte vicina alla situazione conferma a Variety che John Legend ha venduto un catalogo che include canzoni come “All of Me” e “Ordinary People” a KKR-BMG e addirittura l’avrebbe fatto ben prima di ZZ Top. L’accordo sarebbe stato firmato addirittura a settembre e si tratterebbe di un valore economico davvero altissimo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Verissimo, Maria De Filippi fa piangere Silvia Toffanin in diretta: i motivi

Quanto vale la musica di John Legend per una major?

A questa domanda, al momento, non è semplice rispondere, in ogni caso, sebbene il prezzo non sia stato divulgato, Bloomberg afferma che Legend ha venduto i diritti d’autore e i diritti per ricevere i diritti d’autore dalla musica che ha scritto dalla fine del 2004 all’inizio del 2020, con le due società che hanno acquisito una quota del 50% ciascuna. La fonte dice a Variety che BMG continuerà ad amministrare il catalogo e ha anche stretto un nuovo accordo per amministrare le future composizioni di John Legend.

I rappresentanti di Legend, KKR e BMG hanno rifiutato o non hanno risposto alle richieste di commento di Variety. Si tratta dunque di una notizia non confermata, ma che ha lasciato senza parole anche i fan dell’artista, che ora si chiedono se questa scelta possa comportare qualcosa anche per il loro beniamino. La recente attività di KKR separata da BMG include l’acquisizione del portafoglio di 62.000 brani KMR Music Royalties II da Kobalt Capital per circa $ 1,1 miliardi l’anno scorso.

La “succursale” di BMG è nata nel 2008, ma solo di recente ha avuto una propria strada e strategia autonome. Al momento possiede tra l’altro un catalogo di oltre 500 canzoni scritte o prodotte dal frontman dei OneRepublic e dal cantautore veterano Ryan Tedder per una cifra di $ 200 milioni. Un giro d’affari che dunque appare davvero rilevante.