“Valori calpestati!”: ancora polemiche a Ballando con le Stelle, vuole affrontare di nuovo la giuria

Ballando con le Stelle, le polemiche non finiscono mai: torna alla ribalta un protagonista dello show, e compie una richiesta precisa.

Fioccano nuove controversie sul dancing-show di RAI 1. Dopo il sofferto comunicato, tocca a Milly Carlucci la patata bollente.

Ballando con le Stelle ck12.it
Ballando con le Stelle (fonte youtube)

L’ultima edizione di “Ballando con le Stelle” ha palpitato a suon di passi di danza, colpi di reni, ed immancabili polemiche tra giurati e concorrenti. Per citarne alcune: le risse tra Selvaggia Lucarelli, Dario Cassini e il collega Guillermo Mariotto.

La più celebre e controversa, però, riguarda l’espulsione dal format dell’attore Enrico Montesano a fronte dell’esibizione, durante le prove, di una t-shirt ritenuta offensiva. L’episodio, prontamente segnalato da Selvaggia Lucarelli, ha stroncato il percorso del ballerino, in coppia con Alessandra Tripoli. Nelle ultime ore Enrico Montesano è tornato alla carica, rivolgendo ai vertici di Viale Mazzini un’espressa e accorata richiesta.

Enrico Montesano di nuovo a Ballando con le Stelle?

L’attore ha rinunciato suo malgrado a proseguire la competizione danzereccia su RAI 1 e, a onor del vero, rientrava nella rosa dei potenziali vincitori del format.

Enrico Montesano ck12.it
Enrico Montesano (fonte youtube)

Il suo avvocato aveva ampiamente difeso Enrico, adducendo il pretesto che la maglia incriminata fosse stata inavvertitamente posta nella valigia dalla collaboratrice di casa. “Il borsone di Enrico è stato preparato dalla domestica, non da lui.“, aveva precisato. “All’interno degli studi, inoltre, non ci sono docce personali e, poiché si suda molto, Enrico porta con sé varie maglie da cambiare di volta in volta. Preciso che la maglietta è stata utilizzata esclusivamente durante le prove. L’ultima maglietta indossata non poteva fare a meno di metterla perché era l’ultima a sua disposizione.”.

Alla parole dell’avvocato, si aggiungono quelle del diretto interessato, riportate nelle ultime ore dal portale “Adnkronos”. Enrico Montesano avrebbe dichiarato: “I valori democratici e civili (…) da parte della Rai, sono stati reiteratamente calpestati, così come i diritti della persona tutelati dalla nostra costituzione. Mi sono perfino scusato con chi si è sentito offeso.”.

Dopo le doverose premesse, l’attore ha calcato la mano: “Ho indossato una maglietta, durante le prove, recante simboli della Marina Militare Italiana, assolutamente legale e legata a momenti non solo bui e dolorosi, ma anche gloriosi e meritevoli di essere celebrati; tanto che in occasione di avvenimenti ufficiali hanno sfilato e sfilano, alla presenza delle più alte cariche dello Stato.“. Montesano ha infine affondato, rinfacciando a RAI la recente produzione del film “Comandante”, con Pierfrancesco Favino. “Ora la stessa Rai sta realizzando un film sulle eroiche gesta del comandante della X Mas, Salvatore Todaro“.

L’appello a RAI 1

E ha concluso con un appello accorato: “Chiedo formalmente alla RAI di tornare sui propri passi e di reintegrarmi nel programma, per darmi la possibilità di spiegare ai telespettatori e all’opinione pubblica la mia posizione, altrimenti riuscirebbe difficile non credere ad un accanimento ad personam. Sono un uomo libero, di pace e di dialogo come la mia storia personale ed artistica dimostra. Vorrei tornare a fare il mio lavoro per il pubblico che non mi ha mai lasciato solo e che ringrazio di cuore“.