Altro eroe Mondiale è morto | Quanti sono i reduci del nazionale ancora in vita?

Un altro grandissimo nome del calcio inglese ci ha salutato. La mitica Nazionale del 1966 si sta sfaldando: ecco chi sono e come sono oggi

La Coppa del Mondo Jules Rimet 1966, noto anche come Inghilterra 1966, è stata l’ottava edizione della massima competizione calcistica. Svolta in Inghilterra dall’11 al 30 luglio dello stesso anno, ha visto trionfare proprio i padroni di casa in una partita micidiale contro la Germania dell’Ovest, che si è arresa ai tempi supplementari.

Stadio di calcio
Calcio, morte a sorpresa (Ck12)

Tra le squadre più promettenti di quell’anno c’erano sicuramente il Brasile, forte di due vittorie ai mondiali consecutive, la Germania Ovest, l’Uruguay e l’Italia. Inaspettatamente, però, a spiccare furono soprattutto l’Unione Sovietica, il Portogallo e l’Argentina, mentre a trionfare fu l’Inghilterra, che ancora oggi vede quella vittoria come l’unica in un torneo Europeo o Mondiale.

Dell’iconica nazionale che portò alla Regina uno dei trofei più importanti a livello calcistico, oggi l’Inghilterra ne piange un protagonista: se n’è andato, infatti, George Cohen. Ecco chi rimane della squadra del 1966.

Addio a George Cohen, icona di Inghilterra 1966

Ad annunciare la triste notizia è stato il Fulham, la squadra londinese che ha ospitato il terzino per tutta la sua carriera calcistica. Cohen, infatti, è stato un titolare fisso della squadra e, nel corso della sua carriera, si è fatto conoscere anche per la sua conoscenza e per il suo carattere, pacifico e buono. Nella Nazionale dell’Inghilterra, Cohen ha giocato 37 partite: il suo prematuro ritiro a soli 29 anni, a causa di un infortunio, ne ha interrotto la carriera prima del tempo.

La Nazionale che nel 1966 fece vincere all’Inghilterra il suo primo ed ancora unico titolo mondiale era formata da Banks, Cohen, Wilson, R. Charlton, Moore, Stiles, Ball, Hunt, Hurst, J. Charlton e Peters, allenati da Sir Alf Ramsey. Ad oggi, dopo la triste dipartita di Cohen, gli unici ancora vivi di questa iconica squadra sono Geoff Hurst di 81 anni e Bobby Charlton, di anni 85. Questo ha scritto su Twitter proprio Hurst, parlando del collega e amico Cohen:

È molto triste sentire che il mio amico e compagno di squadra dell’Inghilterra George Cohen è morto. Era un uomo adorabile. Ci mancherà molto” ha ammesso, parlando del Campione. La Nazionale che quindi ha portato l’Inghilterra ad alzare la coppa si sta lentamente sfaldando anche se, sebbene il logorio operato dal tempo non si può arrestare, i ricordi rimarranno indelebili per sempre.