Radicchio in tavola | Sfrutta i benefici senza il retrogusto amaro: il trucco infallibile

Il radicchio è uno degli ortaggi di stagione più gustosi, apprezzati e versatili. Sapete come eliminare il gusto amaro dalle sue foglie?

Utilizzato per la preparazione di croccanti insalate, risotti e involtini con salumi e creme di formaggi, il radicchio è l’ortaggio più popolare in inverno.

radicchio ck12.it
radicchio (fonte pexels)

Inoltre, contiene potassio, fosforo, manesio, zinco, calcio, ferro, sodio, rame e manganese. Ricco in vitamine del gruppo B, C, E e K, si rivela quindi un super-food naturale a tutti gli effetti. Vanta proprietà depurative, digestive e, grazie alle fibre, agevola l’intero apparato gastrointestinale.

L’unico neo del radicchio è il suo sapore, spesso tendente all’amarognolo: sapete come aggirare questo comune inconveniente?

Radicchio: ecco come servirlo in tavola

Quest’ortaggio violaceo è un prezioso alleato in caso di regime ipocalorico: stimola infatti la produzione di bile, che favorisce la digestione dei grassi.

radicchio ck12.it
radicchio (fonte web)

Il radicchio fornisce inoltre un modestissimo apporto calorico, a fronte invece delle numerose fibre: ciò aumenta il senso di sazietà a tavola. Trattiene inoltre gli zuccheri nel sangue, rivelandosi un aiuto notevole in caso di diabete di tipo 2. Contiene infine anche inulina, una sostanza che aiuta l’organismo a regolare i livelli di zucchero nel sangue.

Panacea per le ossa, favorisce il loro metabolismo rendendole più forti, e la vitamina K, un minerale che aiuta la formazione e la densità, contribuisce a mantenerle sane. Gli antociani presenti nel radicchio rosso conferiscono a questo ortaggio particolari proprietà preventive nei confronti delle malattie cardiovascolari. Il triptofano, invece, apporta notevoli benefici al sistema nervoso e contrasta con successo i disturbi del ciclo sonno/veglia. Combatte persino i radicali liberi, e la presenza di antiossidanti flavonoidi fenolici, come zeaxantina e luteina, è un aiuto per la salute degli occhi.

Non servono altre ragioni, riteniamo, per incrementare immediatamente il consumo di radicchio a tavola. L’unico ostacolo potrebbe essere rappresentata dal gusto amaro, che contraddistingue le foglie, ma soprattutto il gambo di questo ortaggio. I più piccoli, e i palati delicati, potrebbero infatti schivarlo puntualmente proprio a causa del suo sapore ostico.

In ogni caso, niente paura! Talvolta sono sufficienti piccole accortezze per mitigare anche i sapori più forti. In questo caso, basterà mantenere il radicchio in ammollo in acqua fresca per almeno 3 ore prima del consumo, e il suo gusto risulterà notevolmente più amabile. In ogni caso consigliamo il consiglio a crudo, per sfruttare appieno le sue proprietà benefiche.