Rifiutano di affittare casa alla donna | Il motivo è vergognoso

Una donna si è vista rifiutare molti contratti di affitto ed è costretta a far dormire il figlio su un letto da campeggio. La causa? Assurda

Sono purtroppo all’ordine del giorno le storie di madri e padri costretti a far di tutto per i propri figli. La situazione economica, infatti, non è delle migliori, ma le esigenze famigliari son sempre le stesse e richiedono le stesse energie: rinunce, sottrazioni ed equilibri son fondamentali per riuscire ad arrivare ad ogni esigenza.

Donna
Donna disperata: non le danno casa, motivo assurdo (ck12.it)

Per una mamma e un papà di Palermo, però, la situazione sta diventando davvero assurda. Da nove mesi, infatti, stanno cercando una casa da prendere in affitto dove andare a vivere con il figlio. Le premesse ci sono tutte, contratti di lavoro compresi: tutte le volte, però, si vedono sbattere la porta in faccia. Ecco qual è l’assurda motivazione.

Non riescono a trovare casa: il motivo

Sebbene faccia male sentire ancora questo tipo di storie, purtroppo accadono: a Palermo, una mamma e un papà sono costretti a vivere a casa della mamma di lei, dove vivono in nove persone, poiché non riescono a trovare una casa. Dopo molteplici rifiuti, la donna ha chiesto all’agenzia immobiliare quale sia il problema e la risposta è stata incredibile.

A demotivare i proprietari degli immobili, infatti, è il figlio autistico della coppia: “So che suo marito lavora, però purtroppo rimane la pensione di invalidità di suo figlio” ha detto, il responsabile dell’agenzia. “Il proprietario ragiona in questa maniera: se gli serve l’appartamento è difficile mandare via degli inquilini con pensione di invalidità. Mi spiace per questa situazione” ha poi concluso.

Mamma e figlio
Mamma e figlio: non riescono ad avere una casa (ck12.it)

La mamma di Daniel, che oggi ha 17 anni, non vuole nascondere la malattia di suo figlio e, soprattutto, vuole far valere i suoi diritti. Il ragazzo, infatti, ha estremo bisogno di una stanza tutta sua, con le proprie cose: “Mi chiede ogni giorno quando andremo finalmente a vivere a casa nostra, quando potrà avere la stanza con le cose a cui tiene. Ogni volta che mi fa questa domanda io piango“, dice a Palermo Today.

La famiglia, che ha dovuto lasciare casa a settembre 2022, ad oggi si è vista rifiutare ben otto appartamenti, con le scuse più varie. La speranza di tutti è che qualcuno si metta la mano sul cuore e che finalmente conceda ciò che a questi genitori spetta di diritto: una casa in cui vivere con il proprio figlio.