“Non è più mio figlio” | Lo sconvolgente racconto di una madre, avvelenata dal figlio 19enne

La storia di una madre, che ha rischiato di essere uccisa dal giovane figlio, ha sconvolto tutti. Il racconto fa tremare, ecco le sue parole.

Il fatto di cronaca ha sconvolto l’Italia intera. A riaccendere l’attenzione sul caso sono le dichiarazioni della donna, viva per miracolo. Sapete che cosa ha detto?

Avvelena la mamma
Un figlio tenta di avvelenare sua madre (ck12.it)

Era la primavera del 2021 quando la notizia del tentato omicidio di Monica Marchioni ha sconvolto un intero Paese. La donna è stata quasi ammazzata per mano del figlio, Alessandro Leon Asoli, appena maggiorenne. Il metodo utilizzato per compiere il terribile omicidio è stato l’avvelenamento con il nitrato di sodio, che il ragazzo aveva utilizzato sulla pasta poi offerta alla madre. La donna è finita in ospedale ma si è miracolosamente salvata mentre per il compagno, che aveva mangiato lo stesso cibo, non c’è stato nulla da fare. A distanza di quasi due anni si torna a parlare del terribile fatto di cronaca a causa di alcune dichiarazioni rilasciate proprio dalla Marchioni. Ecco che cosa ha rivelato su suo figlio.

Le terribili parole

La notizia dell’avvelenamento ha fatto il giro del web e non solo, lasciando tutti di stucco in particolare per la spietatezza dell’atto. Secondo le ricostruzioni effettuate dalle autorità sull’accaduto, il giovane Alessandro avrebbe cercato di avvelenare la madre ed il compagno per motivi economici. Dopo più di un anno la donna è tornata a parlare dell’accaduto, affermando di non riconoscere già nel giovane Asoli, che oggi ha 19 anni, suo figlio. La Marchioni ha raccontato di un ragazzo profondamente cambiato e che non ha mai mostrato il minimo pentimento per ciò che ha fatto.

Il ragazzo è stato condannato a ben 30 anni di carcere, ma non gli è stata riconosciuta l’aggravante per i futili motivi. Come riportato da Dagospia la Marchioni ha ripercorso quei terribili momenti, ricordando gli attimi sconvolgenti e il periodo subito dopo. La donna si è detta disponibile a pensare al perdono, qualora dovesse vedere nel ragazzo un reale dispiacere per ciò che ha fatto. Ma, come ha affermato la Marchioni, ciò non è ancora accaduto. La sopravvissuta all’avvelenamento ha raccontato di un ragazzo molto concentrato sui soldi, sui modi facili per farli e che era radicalmente cambiato dal momento in cui la famiglia aveva deciso di tagliare i rubinetti finanziari.

Come se non bastasse, ad alimentare ancora di più le polemiche sul terribile gesto è stato l’intervento del padre del giovane. L’uomo, dopo aver preso atto di quanto accaduto, ha deciso di difendere il ragazzo. La Marchioni si è detta sconvolta per l’accaduto ma è fiduciosa nella giustizia e nel suo corso. La sua vita è stata distrutta, come ha affermato lei stessa alla nota testata digitale. La donna non riconosce più nel giovane su figlio, dopo il terribile gesto che ha portato alla morte del compagno.

Articolo di Eleonora Di Vincenzo