Ares Film, chi è il produttore Alberto Tarallo, al centro delle polemiche

0
217

Cosa sappiamo della Ares Film: chi è il produttore Alberto Tarallo, al centro delle polemiche, gli esordi e il rapporto con Teodosio Losito.

(screenshot video)

In questi giorni, molto si parla della Ares Film, delle ragioni del suo fallimento e di cosa si possa nascondere realmente dietro. Poco sembra però essere noto su colui che ha fondato la casa di produzione. Si chiama Alberto Tarallo ed è nato il 23 settembre 1953 a Napoli. Lungo il suo sodalizio con Teodosio Losito, che a quanto pare oltre che nel lavoro sarebbe stato suo compagno nella vita.

Leggi anche –> Gabriel Garko: chi è Riccardo, il suo ex fidanzato

Cosa sappiamo del produttore Alberto Tarallo

Romano classe 1965, Teodosio Losito è stato prima un cantante con una carriera da meteora e una partecipazione a Sanremo, oltre a una al Festivalbar, a metà anni Ottanta. Successivamente ha lavorato come attore di alcuni fotoromanzi, interpretando diversi ruoli sul magazine Grand Hotel. Insieme ad Alberto Tarallo ha intrapreso quindi la carriera di sceneggiatore per Mediaset. A gennaio 2019, la morte prematura a soli 53 anni, dalle dinamiche mai del tutto chiarite, come testimonia anche un dialogo che Adua Del Vesco e Massimiliano Morra hanno avuto nella casa del Grande Fratello Vip.

La Ares Film, che mette insieme Tarallo e Losito nel ruolo di produttori, negli anni è stata la più prolifica casa di produzione per Mediaset, a partire dal 2009. Il primo prodotto commerciale fu Il Bello delle Donne, a cui ne seguirono davvero molti altri. Nella loro scuderia, attori come Gabriel Garko, Eva Grimaldi e Manuela Arcuri, ma anche personaggi già affermati come Nancy Brilli, Giuliana De Sio, Virna Lisi. Ha prodotto tra le altre fiction Caterina e le sue figlie, L’Onore e il Rispetto e Il sangue e la rosa. Il 28 febbraio 2020 il Tribunale di Roma ha dichiarato il fallimento della Ares Film, che già da diversi anni era inattiva.

Leggi anche –> Adua Del Vesco sulla storia con Gabriel Garko: “Uomo d’altri tempi”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here