Lutto per la “signorina buonasera” Rosanna Vaudetti: è morto il marito Antonio Alberto Moretti

0
228

Il regista e avvocato Antonio Alberto Moretti, compagno di una vita della “signorina buonasera” Rosanna Vaudetti, si è spento il 7 ottobre all’età di 88 anni. 

(www.ilrestodelcarlino.it)

Lutto per il volto storico della Rai, Rosanna Vaudetti. E’ morto il marito Antonio Alberto Moretti, noto regista televisivo. I due si erano sposati nel 1965 e dal loro amore sono nati i due figli Leonardo e Federico. La coppia si vedeva spesso ospite in tv: l’ultima volta fu in occasione delle loro nozze d’oro.

Leggi anche -> Carlotta Benusiglio, il giallo della stilista: omicidio o suicidio

“Mio marito lo baciai e poi me ne andai”

Rosanna Vaudetti aveva un rapporto bellissimo con suo marito e spesso raccontava aneddoti della loro storia d’amore. Qualche tempo fa, nel programma Vieni da me, condotto da Caterina Balivo, la “signorina buonasera” aveva detto: “Antonio ha chiesto di sposarmi mentre eravamo in macchina, intenti a chiacchierare. Io lo baciai e me ne andai. Il giorno dopo mi chiamò chiedendomi cosa significasse. Era un sì. Da quel momento non ci siamo più lasciati”.

I funerali del regista Moretti sono stati celebrati il 9 ottobre a Roma, nella chiesa Gran Madre di Dio di Ponte Milvio. Nessuna partecipazione della Rai, cosa che ha stupito anche il parroco don Luigi: “Mi meraviglia che non ci sia stata alcuna partecipazione della Rai – ha detto il prete – A messa, si vedevano sempre. Una vita dedicata al lavoro”.

Ma nonostante questo, sono stati tanti i messaggi di affetto inviati alla conduttrice Rosanna: “Carissimi amici – ha risposto via web l’amatissima signorina buonasera – sono commossa. Grazie a tutti voi così cari”.

Rosanna Vaudetti: la sua lunga carriera in Rai

La Vaudetti nasce ad Ancona nel 1937 e da giovanissima sbarca in Rai, dove lavorerà per ben 37 anni: dal 1961 al 1998. Conosciuta da tutti gli italiani come la “signorina buonasera”, la Vaudetti detiene importanti record: è stato, infatti, il primo volto di Rai2 e la prima persona andata in onda sulla tv a colori.

Nella sua lunga carriera non è stata solo annunciatrice televisiva ma anche una conduttrice di programmi di grande successo, come Un disco per l’estate, Festivalbar e Domenica In, oltre che commentatrice ufficiale dell’Eurovision Song Contest. Nel 1998 le è riconosciuta anche l’onorificenza di Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana da parte dell’allora Presidente della Repubblica Italiana, Oscar Luigi Scalfaro.

Nell’ospitata dalla Balivo risalente allo scorso anno, Rosanna Vaudetti ha anche parlato del rapporto che aveva all’interno della rete con le altre “signorine buonasera”. “Dai nostri uffici, mai nessun pettegolezzo. C’era grande solidarietà femminile, nonostante sapevamo praticamente tutto dell’altra”. E ha concluso l’intervista con una riflessione sul ruolo che le conduttrici avevano all’epoca: “Noi eravamo la Rai, quello che dicevamo era legge”.

Leggi anche -> Giorgio Mastrota: “sarò solo un televenditore, ma sono felice”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here