Bello Figo, tutto quello che c’è da sapere sullo Youtuber

0
114

Carriera, origini e curiosità su Bello Figo, tutto quello che c’è da sapere sullo Youtuber: chi è il contestato rapper nato in Ghana.

(screenshot video)

Si tratta di uno dei personaggi più controversi usciti da Youtube: lui è Paul Yeboah, nato il 4 agosto 1992 ad Accra, conosciuto online con i soprannomi Bello FiGo e Bello FiGo Gu. YouTuber e cantante ghanese, ha avuto un successo enorme nel nostro Paese, facendo satira su razzismo e sessismo e causando continue polemiche. Il giovane cantante si è trasferito in Italia a Parma con la sua famiglia nel 2004 e appena 18enne ha iniziato a pubblicare video musicali autoprodotti sul proprio canale YouTube.

Leggi anche: Matia Bazar, 45 anni di carriera: chi è Luna Dragonieri, nuova cantante

Chi è Bello Figo: carriera e curiosità sul contestato rapper

Si può dunque tranquillamente dire che ha circa dieci anni di carriera alle spalle, carriera esplosa grazie a uno dei suoi nomi d’arte, ovvero Gucci Boy, che inizia a piazzarsi nei motori di ricerca web italiani al posto del noto marchi di moda. Per questo è “costretto” ad abbandonare il nome d’arte, per evitare di entrare in controversie legali poi difficili da gestire. La sua musica è un mix tra basi di brani rap anche noti con testi bizzarri, surreali, satirici e spesso grammaticalmente errati. I suoi video musicali, pubblicati solo su YouTube, hanno totalizzato milioni di visualizzazioni. Dopo una fase legata alla volgarità e al becero sessismo, Bello FiGo diventa una sorta di artista impegnato, che fa satira su tematiche politiche, come quella che ha molta risonanza in Italia, ovvero l’accoglienza dei migranti.

“Non Pago Affitto” e “Pasta con tonno” diventano vere e proprie hit e addirittura la rivista Rolling Stone lo definisce “l’artista più politicizzato d’Italia”. Questo lo rende popolare anche in televisione, ma lo porta a essere oggetto di minacce anche violente da parte di gruppi estremisti. Alcuni suoi concerti sono stati cancellati a causa di quelle minacce e il brano “Trombo a facoltà”, che è stato registrato all’interno delle classi di economia dell’Università di Pisa, ha fatto prendere posizione addirittura al Rettore dell’Ateneo. Nel febbraio 2020 ha pubblicato il brano “CoronaVirus” che ha ottenuto oltre 5 milioni di visualizzazioni su YouTube. A maggio 2020 è uscito l’ultimo disco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here