Da Grande Fratello Vip a grande flop: gli spettatori non se la bevono più

0
2091

Da Grande Fratello Vip a grande flop

Flop Grande Fratello Vip

Sarà che il format ormai ha venti anni, la prima storica edizione del Grande Fratello prese il via il 14 settembre del 2000, sarà che la versione Vip è sempre stato un pochino il parente povero, e a rischio flop, dell’originale. Sarà che la società in venti anni è cambiata nel profondo, nel 2000 internet era gli albori, sarà, infine che la pandemia da coronavirus Covid-19 ha ribaltato tutte le realtà consolidate. Sta di fatto che l’edizione 2020 del Grande Fratello Vip si sta rivelando un vero e proprio bagno di sangue per Mediaset, in generale, e per Alfonso Signorini in particolare. Vediamo perché.

Il flop del Grande Fratello Vip: numeri impietosi

Partiamo dai dati, impietosi. L’ultima puntata messa in onda ha registrato uno share del 16,5 % con “solo” 2.745.000 spettatori presenti davanti alla tv. Nelle edizioni precedenti, la meno seguita, non era mai scesa sotto il 20% di share per non tacere degli spettatori assoluti che nel punto più basso di ascolto erano stati 3.400.000. Basterebbe questo a svelare il fallimento. Ma non basta. All’edizione 2020-2021 si aggiunge anche una povertà di spontaneità e di contenuti, fattori che rappresentavano il punto di forza del reality.

Il pubblico non se la beve più

L’edizione 2020-2021 sembra un lungo, noioso, inutile e prevedibile copione. Il feuilleton tra Adua Del Vesco e Massimiliano Morra che non decolla o le avance di Petrelli alla Gregoraci sembrano solo brutte fotocopie delle esplosioni di Valeria Marini ed Aida Yespica o delle filosofie, vincenti, di Daniele Bossari e Valter Nudo.  Il punto è che si respira con chiarezza il fatto che ci sia un copione più stringente e vincolante del solito che spinge lo spettatore a cambiare canale. Soprattutto se, a tenerlo incollato allo schermo, non ci sono più opinionisti come la Gialappa’s Band o lo stesso Alfonso Signorini che, passato al ruolo di conduttore, ha perso gran parte della sua verve. Sarà difficile invertire la tendenza. Ma la storia ci insegna che a Mediaset un programma non va mai dato per morto fino al momento in cui non chiude i battenti. Chissà se il Grande Fratello Vip seguirà la stessa logica o se non sarò l’eccezione che conferma la regola.

—>>> Potrebbe interessarti anche Grande Fratello Vip nei guai: segnalazioni per voti dall’estero