Sgarbi espulso nuovamente dalla Camera. “Fico è un un fascista”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:50
0
183

Espulso ancora una volta il critico d’arte e parlamentare del Gruppo Misto Vittorio Sgarbi. Il deputato ha preso la parola spostando la mascherina solo sul naso.

Facebook – Vittorio Sgarbi

Il Presidente Fico lo ha richiamato immediatamente e Sgarbi ha replicato affermando di non riuscire a parlare e che ha un certificato medico che prova le difficoltà respiratorie. Fico risponde: “Questo non la esime dal rispettare le regole” e Sgarbi replica “Lei è un fascista”.

Fico ribatte: “Onorevole lei non può insultare la presidenza”.

Successivamente Sgarbi è stato espulso dalla vicepresidente Maria Edera Spadoni, dopo essere stato ripetutamente richiamato a indossare la mascherina anche sulla bocca, sospendendo anche la seduta.

Sgarbi si è rifiutato di lasciare l’aula e per far rispettare l’ordine di espulsione sono stati quindi chiamati i commessi, che però hanno prima dovuto passare a contatto con i deputati al centro e poi hanno dovuto prendere di peso Sgarbi.

Il commento di Sgarbi su Twitter

Poco dopo Sgarbi ha commentato su Twitter: “Sono stato nuovamente espulso dall’aula di Montecitorio. Mi hanno ancora portato via di peso. Sia chiaro: lo faccio per tenere allenati i commessi…”.

Il deputato era stato espulso dalla Camera e portato via di peso anche lo scorso 25 giugno.

Il post di Sgarbi dopo l’espulsione

Successivamente ai fatti Sgarbi attravero un post su Facebook dichiara:

“Fico è un fascista. E con lui anche il vice presidente della Camera Maria Edera Spadoni (non è un caso che siano dei 5 Stelle) che mi ha espulso dall’aula. Sono fascisti perché non tollerano il dissenso. Togliere la parola, impedirti di parlare e cacciarti via dall’aula è una inaccettabile forma di violenza alla quale non mi piegherò mai. Se ciò, come è ancora accaduto, avviene in Parlamento, quello che dovrebbe essere per definizione il luogo simbolo della libertà di pensiero e di parola, è la fine della democrazia.
Sappiano, allora, che tornerò a dire ciò che penso. Con la stesa foga, con la stessa veemenza, con tutte le mie forze. Potranno buttare fuori, di peso, il mio corpo, ma le mie parole, i miei pensieri resteranno. E soprattutto resisteranno. Oltre le grigie e inutili vite di personaggi mediocri e inutili come Fico e la Spadoni”.

 

il Video, Sgarbi: “Denuncio per attentato alla mia salute Fico”

 

Leggi anche: Vittorio Sgarbi si candida a sindaco di Roma: “Raggi calamità naturale”