Iss: evitare contatti e restare a casa il piu’ possibile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:28
0
241

L’Istituto Superiore della Sanità raccomanda la popolazione di evitare tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il piu’ possibile.

Getty Images

E’ obbligatorio – prosegue la nota dell’ISS – adottare comportamenti individuali rigorosi e rispettare le misure igienico-sanitarie relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine. Si ribadisce la necessita’ di rispettare le misure raccomandate dalle autorita’ sanitarie compresi i provvedimenti quarantenari dei contatti stretti dei casi accertati e di isolamento dei casi stessi”.

Le Regioni innalzino misure mitigazione anti-contagio

Nella nota dell’ISS viene sottolineato come è necessario che “le Regioni realizzino una rapida analisi del rischio, anche a livello sub-regionale, e di considerare un “tempestivo innalzamento delle misure di mitigazione nelle aree maggiormente affette in base al livello di rischio”.

Piemonte e Lombardia Rt oltre 2

Piemonte e Lombardia hanno superato la soglia dell’Rt 2, sono rispettivamente a 2.16 e 2.09. La Provincia Autonoma di Bolzano e la Valle d’Aosta vicina al 2 (1.96). In altre 10 regioni italiane l’Rt ha superato la soglia dell’1.5. Mentre in Campania l’Rt è poco al di sotto dell’1.5, a 1.49. Sono i dati del Ministero della Salute-Iss, relativo alla settimana 19-25 ottobre 2020. Hanno inoltre, superato la soglia dell’Rt 1.5 la Calabria (1.66) l’Emilia Romagna (1.63), il Friuli Venezia Giulia (1.5), il Lazio (1.51), la Liguria (1.54), il Molise (1.86), la Provincia Autonoma di Trento Rt (1.5) la Puglia (1.65), l’Umbria (1.67) e la Valle d’Aosta (1.89).

Leggi anche: Coronavirus, l’Italia verso scenario 4: cosa significa e cosa prevede?