Napoli piange Sveva: Vittima della Terra dei Fuochi a 18 anni

0
1139

La città di Napoli piange Sveva Tropenscovino: Vittima della Terra dei Fuochi a 18 anni, il cordoglio da parte di quanti la conoscevano e amavano.

(Facebook)

Sveva Tropenscovino, 18 anni appena compiuti lo scorso giugno, aveva tanti sogni nella sua vita: ballerina e fotografa amatoriale, come tante ragazze della sua età stava costruendo il suo futuro. Un futuro che le è stato spezzato da un male terribile, che non le ha lasciato scampo. Studentessa del Liceo Artistico Boccioni di Napoli, la giovane è l’ennesima vittima della Terra dei fuochi in Campania.

Leggi anche: La modella Maxima Cortina morta a 25 anni: aveva sfilato per Calvin Klein

Cordoglio a Napoli per la morte di Sveva Tropenscovino: uccisa dal cancro a 18 anni

Tanti sono i messaggi di cordoglio per la morte della giovane Sveva: tra i più commoventi, quello di una sua zia, insegnante di danza a Marcianise. La ricorda con queste parole: “Vola mia dolce farfalla, tu che hai fatto della tua vita un inno alla vita e hai lasciato una scia d’amore enorme. Anima pura, anima bella sei la stella che ha illuminato la mia vita. Vola eterea fanciulla, nipote amatissima. Ora volteggi nella schiera degli angeli che ti hanno accolto”.

Un’altra amica ricorda: “Amica mia, la tristezza che hai lasciato non è quantificabile. Voglio ricordarti così: bella da morire, solare, dolce ma soprattutto felice. Hai combattuto battaglie alla quale solo una guerriera forte come te avrebbe saputo reagire ed hai sacrificato la tua adolescenza, vittima di un male incurabile”. Commozione anche dai suoi colleghi del corso di fotografia: “Sei stata dal primo momento il valore aggiunto del corso, attraverso i tuoi occhi e le tue foto ci hai fatto apprezzare i dettagli della vita, quelle piccole cose che solo tu riuscivi a tirare fuori. Hai lasciato energia e forza dentro ogni persona che ti ha conosciuto e ci hai insegnato a non avere paura di emozionarci”.