Alice Martinelli come Nadia Toffa: viaggio nella Terra dei Fuochi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:41
0
167

Terra dei Fuochi: Alice Martinelli come la compianta Nadia Toffa torna a indagare nelle infernali inquinate terre campane

Terra dei Fuochi
Getty Immages

Nuovo appuntamento con le Iene che tornano con un servizio di Alice Martinelli nella Terra dei Fuochi, quella vasta zona tra le provincia di Napoli e Caserta tristemente nota per l’altissimo inquinamento e per l’alto tasso di malattie tumorali a causa degli sversamenti illegali della criminalità organizzata e non. Come si legge nell’introduzione al servizio che andrà in onda questa sera, le discariche si allargano a dismisura e non solo per i traffici camorristici ma anche per i rifiuti delle aziende smaltiti illegalmente.

Già nel lontano 2013 Nadia Toffa si era occupata di quel territorio martoriato. Già prima alcuni cronisti locali avevano denunciato con il loro lavoro i veleni sotterranti sotto i campi coltivati in quella che una volta era la Campania Felix dell’Età romana. Prima che i servizi di Mediaset e poi di altri grandi media ponessero l’attenzione sul gravissimo problema, il territorio tra Acerra, Marigliano e Nola fu ribattezzato “il triangolo della morte“.

“La terra dei fuochi è un gruviera di sversamenti. Lo sversamento è come una pistola, stai condannando a morte una…

Pubblicato da Grandi Rare Pari Opportunità su Domenica 13 settembre 2020

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gigi Proietti, ecco come Pomata saluta Mandrake: il sonetto di Montesano

Terra dei Fuochi: rifiuti sottoterra e roghi tossici

Alla Toffa il merito di riportare il fenomeno una grande risonanza mediatica a livello nazionale e anche oltre. Stasera con Alice Martinelli il programma di Italia 1 riporterà in primo piano la terra dove da anni migliaia e migliaia di cittadini muoiono a causa di tumori e leucemie.

Oltre alla camorra che fin dalla fine degli anni ’80 ha sversato illegalmente rifiuti industriali di grande aziende del Nord Italia e europee, anche molte aziende locali, piccole o grandi, hanno sotterrano rifiuti tossici. La magistratura ha spesso appurato che reati del genere vengo perpetrati da aziende in nero che per nascondere i loro commerci nascondono e bruciano i rifiuti delle loro attività, uccidendo chiunque respiri quell’aria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ornella Muti, vita privata: chi è Federico Fachinetti, ex marito