“Il revenge porn è un reato”: Marchisio difende la maestra licenziata

0
631

Claudio Marchisio prende posizione sui suoi canali social nei riguardi della maestra d’asilo licenziata dopo la diffusione di un video hard.

marchisio difende maestra licenziata
(Facebook)

L’ex campione della Juventus e della Nazionale italiana, Claudio Marchisio, è sceso in campo per difendere la maestra d’asilo di Torino licenziata in seguito a un video intimo diffuso dal suo ex fidanzato. L’ex calciatore ha condiviso un post sui suoi canali social per chiarire ciò che pensa della questione.

Marchisio ha voluto spiegare che “il video hard della maestra in realtà si chiama revenge porn” e che la sua divulgazione non solo è un reato, ma anche una violenza terribile. L’ex campione azzurro ha preso le difese della donna, definendola innocente a dispetto di chi l’ha ritenuta colpevole dei fatti. Il post ha raccolto migliaia di like e commenti a supporto della maestra.

Ti potrebbe interessare anche -> Morto a 14 anni: ha assunto droghe a una festa privata

Marchisio difende la maestra licenziata: cosa era accaduto

La maestra d’asilo è stata licenziata dalla scuola in cui faceva l’educatrice dopo la diffusione di un video hard da parte del suo ex fidanzato. Prima di diventare virale, il filmato è stato condiviso in una chat di calcetto, da cui la moglie di uno dei partecipanti ha riconosciuto la donna, maestra di suo figlio. In poco tempo il video intimo ha fatto il giro dei telefonini di tutte le mamme della classe, fino ad arrivare alla dirigente scolastica.

Come ricorda La Repubblica, le indagini sono state coordinate dalla Procura di Torino. La direttrice è a processo per diffamazione, mentre per l’ex fidanzato della maestra è previsto un anno di servizi socialmente utili oltre al risarcimento del danno.

Ti potrebbe interessare anche -> Freddie Mercury: 29 anni fa l’addio al leader dei Queen