Che tempo che fa, Eric Topol: il cardiologo ospite della trasmissione

0
702

Anticipazioni programma tv Che tempo che fa, Eric Topol: il cardiologo ospite della trasmissione di Fabio Fazio su Raitre.

(screenshot video)

Cardiologo, scienziato e autore di diverse pubblicazioni, classe 1954, Eric Topol è l’ospite internazionale della trasmissione di Raitre ‘Che tempo che fa’. Lo scienziato di fama mondiale è fondatore e direttore dello Scripps Research Translational Institute, professore di Medicina Molecolare presso lo Scripps Research Institute e consulente senior presso la Divisione di Malattie Cardiovascolari presso la Scripps Clinic di La Jolla, California. È inoltre redattore capo di Medscape e theheart.org. Nel corso della sua vita, ha pubblicato tre libri bestseller sul futuro della medicina.

Leggi anche -> La confessione di Tommaso Zorzi: “Sono innamorato di Francesco Oppini”

Il programma tv Che tempo che fa, Eric Topol ospite di Fabio Fazio

In Gran Bretagna, il luminare guida la pianificazione per la futura forza lavoro del National Health Service, integrando genomica, medicina digitale e intelligenza artificiale. Come ricercatore, Topol ha pubblicato oltre 1.200 articoli ed è uno dei primi 10 ricercatori più citati in medicina. Il suo principale focus scientifico è stato sugli strumenti genomici e digitali, con l’uso dell’analisi dell’intelligenza artificiale, per individualizzare la medicina. Sin da molto giovane, il luminare è stato professore di ruolo presso l’Università del Michigan per 6 anni.

All’età di 36 anni, Topol è stato nominato presidente del Dipartimento di Medicina Cardiovascolare presso la Cleveland Clinic. Nel 2002 ha fondato la Cleveland Clinic Lerner College of Medicine, la prima nuova scuola di medicina negli Stati Uniti dell’ultimo ventennio. Dopo aver lasciato 4 anni dopo la scuola da lui creata, è stato poi reclutato da Scripps Health e The Scripps Research Institute alla fine del 2006 per creare un nuovo istituto, ora chiamato Scripps Research Translational, dedicato alla medicina individualizzata. Nell’agosto 2020, Topol ha pubblicato una lettera aperta su Medscape al commissario della FDA Stephen Hahn, criticando le sue autorizzazioni per l’uso di emergenza di idrossiclorochina, plasma convalescente e remdesivir per COVID-19. “Queste ripetute violazioni dimostrano la tua volontà di ignorare la mancanza di prove scientifiche e di essere complice della politicizzazione delle istituzioni sanitarie americane da parte dell’amministrazione Trump”, ha scritto Topol.

Leggi anche -> Sabrina Ferilli: perché l’attrice non ha figli