Tragico incidente in Sardegna: morta la promessa del motorally Sara Lenzi

0
445

Sara Lenzi è morta ad Alà dei Sardi in un incidente dopo essere caduta dalla sua moto nel corso di un trasferimento del Rally Sundalion.

sara lenzi

Il mondo del motorally è in lutto. Sara Lenzi è morta a soli 18 anni in seguito a un tragico incidente ad Alà dei Sardi, nel Nord Sardegna, durante il Rally Sundalion di ieri, domenica 6 dicembre. La giovane era in sella alla sua moto, una Beta del Team Beta Dirt Racing, e stava percorrendo una strada stretta e in discesa durante un trasferimento tra prima e seconda speciale della giornata.

Improvvisamente la ragazza si è trovata davanti una Jeep che procedeva nel senso opposto di marcia: la moto, che secondo la ricostruzione andava a bassa velocità, ha perso aderenza dall’asfalto e la giovane pilota è finita addosso al veicolo a quattro ruote, morendo sul colpo. I soccorsi del 118 sono stati immediati ma inutili e il medico non ha potuto che constatare il decesso di Sara Lenzi.

Ti potrebbe interessare anche -> Omicidio a Capalbio, uccisa una donna a coltellate: arrestato romeno

L’addio a Sara Lenzi, giovane promessa del motorally

In seguito alla notizia dell’incidente mortale della ragazza, la giornata del Rally Sundalion è stata sospesa. Sara Lenzi abitava a Riotorto, una frazione del comune di Piombino e frequentava l’ultimo anno di un istituto tecnico meccanico. Da circa quattro anni correva per il Team Beta Dirt Racing di Greve, in Chianti, ed era tra le giovani promesse italiane del motorally.

Ti potrebbe interessare anche -> Quattro mesi dopo la morte di Daisy Coleman, si suicida anche la madre

Nelle ore successive alla morte della ragazza, le pagine del mondo dei motori presenti sui social si sono riempite di messaggi di cordoglio. Il Presidente della Federazione Motociclistica Italiana, Giovanni Ciopoli, ha dichiarato la sua vicinanza alla famiglia Lenzi: “La sua perdita rappresenta un momento di profondo dolore per tutti noi che viviamo il motociclismo con grande passione. Ai genitori, ai cari e agli amici di Sara vanno le mie più sentite condoglianze e di tutta la FMI”.