Antonellina Interlenghi, che fine ha fatto la figlia e mamma d’arte

0
2997

Carriera e curiosità sull’attrice Antonellina Interlenghi, che fine ha fatto la figlia e mamma d’arte: gli esordi e il ritorno sulle scene.

(foto pubblico dominio)

Romana classe 1961, Antonella Interlenghi conosciuta nel mondo del cinema anche semplicemente come Antonellina, è figlia d’arte. Infatti è la secondogenita degli attori Franco Interlenghi e Antonella Lualdi.

Leggi anche: Edwige Fenech oggi irriconoscibile: che fine ha fatto

Ha esordito al cinema nel 1977 nella pellicola Yeti – Il gigante del 20º secolo, regia di Gianfranco Parolini. Aveva solo 16 anni. Due anni dopo l’esordio a teatro, addirittura con Giorgio Strehler. La ricordiamo soprattutto per alcune pellicole ‘vacanziere’ dirette da Carlo Vanzina.

Leggi anche: Natasha Hovey: che fine ha fatto l’attrice di Acqua e sapone

La carriera di Antonellina Interlenghi: cosa fa oggi

Tra coloro che l’hanno diretto al cinema, ci sono anche dei maestri del cinema di genere come Lucio Fulci e Duccio Tessari. Sempre nei primi anni Ottanta è stata protagonista di alcuni spot pubblicitari che promuovevano latticini. Si è sposata a soli 15 anni con Giovanni Sanjust di Teulada. I due hanno avuto due figlie, Beatrice e Virginia. La prima è una cantautrice, la seconda è stata annunciatrice televisiva e conduttrice televisiva. Inoltre, a quest’ultima è stata attribuita nel 2008 una relazione con Silvio Berlusconi.

Ritiratasi dalle scene nel 1989, Antonellina Interlenghi, di recente, ha avuto nuovi ruoli soprattutto nel mondo della fiction e delle soap opera. Ha recitato tra gli altri in Valeria medico legale, Ho sposato un calciatore e Un posto al sole. L’ex marito Giovanni Sanjust di Teulada è stato vittima di una tragedia gravissima, infatti è morto nell’ottobre del 2014 in un incidente col trattore, avvenuto nella sua azienda agricola. Nel 2018, in un videoclip, per la prima volta ha la possibilità di collaborare con sua madre, l’attrice Antonella Lualdi, ma anche sua figlia Beatrice.