Omicidio Beau Solomon, l’unico indiziato assolto in secondo grado

0
531

Omicidio Beau Solomon, nessun colpevole dopo due gradi di giudizi: il delitto del 2016 resta senza un responsabile

beau solomon

Beau Solomon è lo studente americano 19enne che nel giugno 2016 fu ucciso a Roma. Sono passati poco più di quattro anni da allora e il delitto resta senza un colpevole. Massimo Galiotto, l’unico indiziato assolto in primo grado, dopo il ricorso è stato ritenuto non colpevole anche in Appello.

Beau Solomon studiava nella capitale presso la John Cabot University, giocava a baseball e dopo un passato difficile voleva ricominciare la sua vita dall’altra parte del mondo. Nonostante la giovane età, infatti, il ragazzo non aveva avuto un percorso facile con una malattia che era comunque riuscito a sconfiggere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il mistero di Pierpaolo Dionisi, scomparso a Bruxelles da 2 anni

Omicidio Beau Solomon, chi è Massimo Galiotto

Massimo Galiotto è un senzatetto che avrebbe avuto uno scontro con il ragazzo. Secondo l’accusa, la sera del 30 giugno 2016 Beau Solomon fu derubato del portafogli da due persone che il giovane cominciò a seguire. Alle rive del Tevere perde le loro tracce finendo in un gruppo di clochard che si trova sotto ponte Sisto tra cui Galiotto.

A quel punto ci sarebbe stato uno scontro tra il ragazzo e Galiotto, Scontro finito con l’uomo che gli mise le mani addosso e lo gettò nel fiume. Non si ebbero sue notizie per qualche giorno poi l’Università denunciò la scomparsa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, uno studio: bambino positivo a Milano già a novembre 2019

Il corpo di Beau fu ritrovato il 4 luglio presso ponte Garibaldi con una ferita alla testa. Fu indiziato Massimo Giotto perché delle telecamere hanno ripresa la scena ma non evincerebbe chiaramente che fosse lui la persona che spinse il ragazzo.