Covid: Dal 13 Dicembre Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte gialle mentre Abruzzo arancione

0
531

La cabina di regia Cts-ministero della Salute ha approvato lo spostamento di alcuni territori in fasce di rischio diverse da quelle in cui si trovano ora. Dal 13 Dicembre Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte gialle mentre Abruzzo passa arancione.

Speranza, firma la nuova ordinanza sulle regioni

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, firma una nuova ordinanza con cui si dispone l’area gialla per le regioni Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte e l’area arancione per la regione Abruzzo. L’ordinanza sarà in vigore dal 13 Dicembre.

“Sulla base dei dati epidemiologici riscontrati negli ultimi giorni, da domenica 13 dicembre la Basilicata rientrerà nella zona gialla”, ha dichiarato l’ufficio stampa della Giunta regionale, specificando che “è quanto emerso nel corso di un confronto tra il presidente della giunta regionale, Vito Bardi, e il ministro della Salute, Roberto Speranza”. La Basilicata è nella zona arancione dallo scorso 11 novembre.

La regione Abruzzo passa da zona rossa a zona arancione. In giornata il Tar dell’Aquila aveva accolto la richiesta di sospensiva avanzata dal Governo dell’ordinanza del presidente della Regione Abruzzo, Marsilio. L’Abruzzo con l’ordinanza era di fatto già passato da un regime di zona rossa ad arancione.

La decisione di oggi del Tar regionale, sottolinea ancora il ministero, sospende l’ordinanza del presidente Marsilio, giudicata illegittima, che anticipava al 7 dicembre l’area arancione e determina il ritorno dell’Abruzzo in area rossa fino all’entrata in vigore dell’ordinanza del ministro Speranza che avrà effetto dal 13 dicembre.

Lombardia finalmente gialla

Anche la Lombardia entra finalmente in fascia gialla. Questo comporta la riapertura anche di bar, locali e ristoranti fino alle ore 18. Il governatore Attilio Fontana aveva già anticipato la decisione: “Speranza mi ha informato che venerdì firmerà ordinanza, da domenica Lombardia in zona gialla”

“Ho appena ricevuto la telefonata del ministro della Salute Speranza e, come avevo anticipato, confermo che da domenica 13 dicembre il Piemonte sarà in zona gialla”, ha dichiarato il governatore Alberto Cirio. “Si tratta di un risultato importante perché tante attività potranno ripartire, ma dobbiamo continuare a tenere alta l’attenzione in tutti i nostri comportamenti. Non possiamo vanificare i tanti sacrifici fatti finora”.

“Il Friuli Venezia Giulia resta in zona gialla. La mia preoccupazione però non è questa, ma contenere il più possibile la diffusione del virus”. Lo ha affermato il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga.

Tra le regioni in vista del cambio colore sembrava esserci anche la Toscana, che però resta arancione e anche la Campania resta zona arancione, mentre la Calabria passa da zona arancione a zona gialla.

Ti potrebbe interessare anche –> Covid, Miozzo (Cts): “spostamenti a Natale andrebbero ridotti. Tornare indietro è pericoloso”