The Voice Senior, il vincitore Erminio Sinni: “Sogno Sanremo”

0
926

Il vincitore della prima edizione di ‘The Voice Senior’ racconta il suo sogno nel cassetto: “sogno il Festival di Sanremo”.

(screenshot video)

Erminio Sinni è stato il primo vincitore di ‘The Voice Senior’, il programma di Rai Uno condotto da Antonella Clerici dedicato agli over 60. Prima di approdare nel talent show, Sinni ha sperimentato una carriera lunga e che vanta anche importanti collaborazioni, con Frank Sinatra e Mia Martini, ad esempio. Ora che è tornato alla ribalta, Erminio non ha nessuna intenzione di fermarsi e confida a Tv Sorrisi e Canzoni il suo sogno nel cassetto: essere ospite sul palco dell’Ariston.

Leggi anche ->  Antonella Ricci, chi è la chef di È sempre mezzogiorno

Erminio Sinni: l’avventura a ‘The Voice Senior’

Sotto l’occhio attento della sua coach Loredana Bertè, Erminio Sinni ha lasciato tutti gli appassionati del programma senza parole: con i tributi a Lucio Dalla, Rino Gaetano e Riccardo Cocciante ha conquistato in ogni puntata il consenso dei giudici e del pubblico, sino ad arrivare alla vittoria. Il cantante ha ottenuto grande popolarità grazie al talent, ma in realtà la sua carriera è iniziata molto tempo fa.

Erminio ha iniziato con il piano bar. In un locale, una sera ha la fortuna di incontrare Cocciante che, ascoltandolo, decide di regalargli una canzone. Quel brano è ‘L’amore vero’ che Sinni porta al Festival di Sanremo nel 1993. Dopo quell’esperienza sul palco dell’Ariston, Erminio non si ferma. Nella sua carriera può vantare di aver duettato con grandi della musica nazionale e internazionale, come Frank Sinatra e Mia Martini.

Anche se poi si è pian piano ritirato dai riflettori, Erminio ha sempre continuato a fare musica, sino ad approdare sul palco di ‘The Voice Senior’. In un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, a proposito dell’esperienza del talent ha dichiarato: “Arrivo da tante serate di piano bar, da tante porte bussate e mai aperte. Al piano cercavo di lanciare le mie canzoni, le persone che ascoltavano diventavano sempre di più, ma il tam-tam umano è lento, a volte ci vuole un’eternità”.

Leggi anche -> Francesca Maresca: la voce jazz italiana incanta a Santo Stefano

Il programma di Antonella Clerici ha rappresentato un’opportunità colta al volo, in un momento in cui, a causa della pandemia, il settore si è dovuto completamente fermare: “Penso di aver rappresentato tanti colleghi che stanno a casa senza contatto con le persone. Riuscire a portare una speranza mi ha dato forza”. Erminio in questi mesi difficili, ha scritto anche una canzone dedicata al personale medico sanitario, “una canzone di speranza e di ringraziamento per tutti quelli che ci curano. Sarebbe bello poterla cantare come ospite a Sanremo“. Attendiamo solo la risposta di Amadeus ora.