Manovra 2021 approvata dalla Camera, testo al Senato: ecco cosa prevede

0
597

Dopo l’approvazione della Camera alla Manovra, la parola passa al Senato: dovrà dare l’ok entro la fine di dicembre per evitare l’esercizio provvisorio.

manovra finanziaria senato
Giorgio Cosulich/Getty Images

Dopo il via libera da parte della Commissione Bilancio, la Camera ha approvato in extremis nella giornata di ieri, domenica 27 dicembre, la Manovra finanziaria 2021 da 40 miliardi. Il voto si è concluso con 298 sì, 125 no e 8 astenuti. Adesso la corsa è contro il tempo: per l’ok definitivo il testo deve passare al Senato, che deve approvarlo entro il 31 dicembre per evitare l’esercizio provvisorio.

Come ricordato dal Sole 24 Ore l’ultimo passaggio per il via libera alla Legge di Bilancio arriva a ridosso della scadenza, dopo il giorno di Natale, per la terza volta nella storia: era accaduto solo nel 2004 durante il governo Berlusconi e nel 2018 durante l’esperienza giallo-verde.

Ti potrebbe interessare anche -> Brexit, l’accordo è stato raggiunto. Gb: “Promesse mantenute”

Le misure principali della Manovra 2021

La nuova maxi Manovra da 40 miliardi è la più corposa degli ultimi anni. Numerose le misure stabilite per scongiurare il tracollo dell’economia del Paese: dalla Cig alla proroga del Superbonus, passando per le assunzioni di medici e infermieri, per gli incentivi automotive e per il bonus idrico. Ecco le misure principali del testo.

Contributi e Cig. Lavoratori autonomi e professionisti saranno esonerati dal pagamento dei contributi previdenziali grazie a un fondo da 1 miliardo di euro. La condizione per la fruizione è che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare di fatturato e corrispettivi del 2019. Per le partite Iva che hanno un reddito inferiore a 8145 euro e che hanno subito perdite del 50% rispetto ai tre anni precedenti è previsto per 6 mesi un assegno mensile tra 250 e 800 euro.

Superbonus. Prorogato fino alla fine del 2022 il superbonus al 110% per l’efficientamento energetico degli immobili e la sicurezza anti-sismica. Il limite per il completamento dei lavori è diverso a seconda del tipo di interventi: i condomini che a giugno 2022 hanno svolto il 60% dei lavori possono concludere entro dicembre 2022; le proprietà unifamiliari con accesso autonomo devono terminare entro giugno 2022; le case popolari che entro dicembre 2022 hanno completato il secondo stato di avanzamento dei lavori, posso concludere entro giugno 2023.

Bonus idrico. Previsto un bonus di 1000 euro per la sostituzione dei sifoni della doccia, dei rubinetti e dei wc con apparecchi che permettano di risparmiare l’acqua. Il fondo dovrebbe essere pari a 20 milioni.

Bonus mobili. Innalzato a 16mila euro il limite per la detrazione al 50% per l’acquisto di mobili in occasione delle ristrutturazioni edilizie.

Bonus tv. Sconto fino a 50 euro a seconda dell’Isee per la sostituzione dei vecchi televisori. L’obiettivo è favorire il rinnovo del parco degli apparecchi televisivi non idonei alla ricezione dei programmi con le nuove tecnologie e lo smaltimento degli apparecchi obsoleti.

Incentivi auto. Bonus ulteriori di 2000 euro, oltre agli incentivi già esistenti, per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi. Bonus di 1500 euro per gli euro 6 di ultima generazione. Stanziati 250 milioni per il termico per acquisti fino a giugno 2021; 120 milioni per l’elettrico per acquisti fino a dicembre 2021 e 50 milioni per i veicoli commerciali. Chi ha un Isee inferiore ai 30mila euro e acquista entro il 2021 un’auto elettrica riceverà un bonus fino al 40% a patto che il veicolo abbia un costo sotto i 30mila euro.

Personale sanitario. Stanziate ulteriori risorse per l’attuazione della campagna vaccinale anti Covid. Per nove mesi saranno assunti a tempo indeterminato 3mila medici e 12mila infermieri per la somministrazione delle dosi. Alla campagna vaccinale potranno partecipare anche i medici specializzandi fin dal primo anno di specializzazione.

Rsa. Stanziati 40 milioni di euro per la sanificazione delle strutture e la fornitura di mascherine per le residenze sanitarie per anziani e disabili.

Ti potrebbe interessare anche -> Brexit, il Regno Unito dice addio all’Erasmus: le novità per gli studenti

Turismo. Approvata l’esenzione della prima rata Imu e prolungato il credito d’imposta al 60% del canone di locazione degli immobili del comparto fino ad aprile 2021. Credito d’imposta esteso anche per agenzie di viaggio e tour operator. Per la riqualificazione e il rinnovo delle strutture ricettive turistico alberghiere sono stanziati 20 milioni.

Trasporti aerei. Stanziati 500 milioni per il settore per compensare i gestori aeroportuali e i prestatori di servizi di assistenza a terra (handling): erogazione immediata, a titolo di anticipazione, fino a 315 milioni di euro ai gestori aeroportuali e fino a 35 milioni di euro alle imprese di handling che ne facciano richiesta.

Zone terremotate e alluvioni. Fondo speciale di 160 milioni per lo sviluppo socioeconomico di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, colpite dal terremoto nel 2016. Stanziati 100 milioni di euro per il 2021 per interventi urgenti nelle zone colpite dagli alluvioni del 2019 e 2020.

Scuole paritarie. Per le scuole paritarie che accolgono studenti con disabilità è previsto un fondo di 70 milioni di euro.

Istituti tecnici superiori. Per il potenziamento di progetti finalizzati alla valorizzazione del sistema di istruzione e formazione tecnica superiore, e per migliorare l’occupazione dei giovani diplomati sono stati stanziati 20 milioni di euro.

Neo papà e rientro mamme al lavoro. Sale da 7 a 10 giorni il congedo obbligatorio di paternità per la nascita dei figli nel 2021, mentre sono in arrivo 50 milioni per agevolare il rientro al lavoro delle neo mamme.

Mamme detenute. Istituito il Fondo per il finanziamento dell’accoglienza di genitori detenuti con bambini al seguito in case famiglia e in case-alloggio per l’accoglienza residenziale dei nuclei mamma-bambino.

Rimborsi per imputati assolti. Previsto un fondo per il rimborso delle spese legali agli imputati assolti, con una dotazione di 5 milioni di euro dal 2021. Il massimo rimborsabile dallo Stato è di 10.500 euro, corrisposto in tre quote annuali di pari importo dall’anno successivo alla definitiva assoluzione.

Cannabis terapeutica. Previsti 2.6 milioni nel 2021 per l’incremento della produzione di cannabis per uso medico e 1.7 milioni per assicurarne la disponibilità sul territorio nazionale. No alla liberalizzazione della cannabis light.

Sugar tax. Nuovo rinvio per la tassa sulle bevande: l’entrata in vigore slitta dal 1 luglio 2021 al 1 gennaio 2022.