Fratelli Caputo, chi è Sara D’Amario: Patrizia nella fiction

0
854

I protagonisti della fiction Fratelli Caputo, chi è Sara D’Amario: Patrizia nella serie televisiva, cosa sapere, carriera e curiosità.

(screenshot video)

In molti l’hanno notata nella fiction Fratelli Caputo, in onda in queste settimane di Natale su Canale 5 e i cui protagonisti sono Nino Frassica e Cesare Bocci. Lei è Sara D’Amario e nella fiction Mediaset interpreta Patrizia Caputo.

Leggi anche -> Sconsolata, che fine ha fatto Anna Maria Barbera di Zelig

Nel suo curriculum ci sono davvero tantissimi esperienze: classe 1972, nata a Moncalieri, diplomata presso la Scuola per Attori del Teatro Stabile di Torino, diretta da Luca Ronconi, e laureata in lettere sempre a Torino, ha fatto molta gavetta. Il suo esordio in Jolly Blu, regia di Stefano Salvati, poi arrivano altre pellicole ben più importanti.

Leggi anche -> Piccolo grande amore: Barbara Snellenburg, che fine ha fatto

Cosa sapere sulla nota attrice Sara D’Amario: carriera e curiosità

Nel 2004 recita nella fiction Le stagioni del cuore di Antonello Grimaldi, mentre l’anno dopo e per due stagioni è tra le protagoniste della soap opera Vivere, nel ruolo di Claudia Pisani. Al cinema torna con il film Colpo d’occhio di Sergio Rubini, quindi si alterna tra piccolo e grande schermo. Nel 2009 arriva il suo esordio letterario con il romanzo Nitro, edito da Baldini Castoldi Dalai. Interpreta il personaggio di Viviana Guerra in Centovetrine e nello stesso anno recita nel film La banda dei Babbi Natale, al fianco di Aldo, Giovanni e Giacomo. Con il trio comico aveva già collaborato in passato.

Recita ancora nella pellicola Il pasticciere, regia di Luigi Sardiello, quindi è diretta da altri noti registi italiani, fino ad arrivare alla partecipazione a Il vegetale, regia di Gennaro Nunziante e protagonista Fabio Rovazzi. Tra le fiction in cui è stata presente ci sono Distretto di polizia, Il testimone, Vento di ponente, Doppio agguato, Medicina generale, Le tre rose di Eva, Don Matteo. L’attrice dimostra di saper spaziare tra più generi. Negli ultimi anni si è concentrata sul teatro, diretta da Nanni Garella, e sulla narrativa, con tre nuovi romanzi editi da Fanucci. Nel 2019 ha vinto il Premio Renzo Montagnani.