Sampdoria-Inter, dove vederla. Conte vs Ranieri, campioni di Premier

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:20
0
111

Hanno vinto in Inghilterra tra il 2016 e il 2017, ma ora la sfida potrebbe valere il quarto tentativo di sorpasso dei nerazzurri al Milan

Sampdoria-Inter, dove vederla

Sampdoria-Inter, dove vederla

 Sampdoria-Inter, dove vederla – Claudio Ranieri ha vinto la Premier League con il Leicester nel 2016 dopo una cavalcata spettacolare e impossibile da pronosticare. Antonio Conte ha fatto altrettanto l’anno successivo con il Chelsea, ma sempre avvalendosi di un talento a centrocampo come N’Golo Kanté. Entrambi gli allenatori vincenti quindi, ma ora calati nel contesto della Serie A in condizioni completamente diverse. La Sampdoria è undicesima con 17 punti. Sta facendo meglio dello scorso anno ma ha ancora margini di miglioramento, per quanto Ranieri faccia i conti con una rosa che avrebbe ancora bisogno di qualche tassello in più per essere competitiva in questa stagione. L’Inter è invece a caccia dello scudetto e per farlo l’occasione ghiotta è rappresentata dalla sfida contro i blucerchiati, che potrebbe rappresentare la nona vittoria consecutiva in campionato e il quarto tentativo di sorpasso al Milan. Per ora solo momentanea, la testa della classifica potrebbe consacrarsi con una frenata dei rossoneri impegnati questa sera contro la Juventus di Andrea Pirlo, con la Vecchia Signora alla disperata ricerca di punti per colmare il gap con le milanesi che si contendono il vertice. I nerazzurri fanno così visita al Ferraris con la chiara intenzione di vincere, per quanto oggi pomeriggio mancherà il bomber Lukaku per un risentimento muscolare per il quale gli conviene riposare in panchina, in attesa dei prossimi appuntamenti, match con i bianconeri compreso. A Genova arbitrerà l’incontro Paolo Valeri (diretta tv dalle 15 su Sky Sport canale 202 e canale 252).

Così in campo

Senza l’attaccante belga, per Conte in attacco dovranno fare la differenza Lautaro Martinez, che sembra essersi ripreso dal momento no grazie alla tripletta contro il Crotone, e Alexis Sanchez, il cileno che non è ancora riuscito a trovare continuità nel proprio rendimento, complici i ripetuti problemi fisici, ma che ha segnato il suo primo gol con la maglia dell’Inter proprio contro i blucerchiati. A centrocampo lo spento Vidal si è già preso la ramanzina pubblica e privata del tecnico, tanto che oggi partirà probabilmente titolare Gagliardini, in mediana al fianco dell’intoccabile Barella e di Brozovic. Hakimi e Young sulle fasce con la difesa di Handanovic confermata con il terzetto titolare. Oggi per gli esterni nerazzurri ci saranno però due clienti non semplicissimi: Jankto, che sta vivendo un ottimo periodo di forma, e l’ex Candreva, che nella Samp non sembra aver smarrito guizzo e pericolosità offensiva. Contro la squadra con la quale giocava fino allo scorso anno potrebbe essere un fattore importante, con Young non irresistibile in copertura e abbastanza affaticato nelle ultime prestazioni in campionato. Per i blucerchiati sarà titolare un altro ex, Keita Balde, che non ha lasciato un buon ricordo all’Inter, ma affiancherà un Quagliarella sempre ispirato in queste occasioni. In difesa Colley e Tonelli per fermare la coppia d’attacco sudamericana, con un Audero fra i pali che si sta comportando molto bene in questa stagione. Fronteggiare questa Inter non sarà comunque facile per gli uomini di Ranieri, ma Conte è costretto al massimo risultato, se vuole continuare a inseguire la vetta e oltretutto mettere pressione ai giovani diavoli prima di una sfida decisiva come quella contro la Juventus. Un crocevia importante che l’Inter non può non sfruttare.

 

Potrebbe interessarti anche -> Juventus-Udinese 4-1: doppietta di CR7

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter