Miriam Leone, l’annuncio: “Abbiamo appena finito di girare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30
0
145

Miriam Leone è Clara, il personaggio del nuovo film dove c’è anche Stefano Accorsi. La novità annunciata su Instagram

Miriam Leone Festival Sanremo

Se una delle caratteristiche della bellezza di Miriam Leone sono gli occhi chiari, ora non ci sono più, almeno nella foto che ha pubblicato. La bellissima attrice catanese ha pubblicato uno scatto dove ha gli occhi scuri. Strano ma vero.

Perché questo cambiamento? Per chi è affezionato ai suoi colori non c’è nulla da temere. Miriam Leone ha sempre la stessa bellezza ma il nome del nuovo film spiega tutto: si chiama Marilyn ha gli occhi neri ed essendo lei Clara, la protagonista, ha dovuto fare “un lavoro di super trasformazione” ha detto.

Il genere è la commedia e c’è anche Stefano Accorsi che interpreta Diego. I due attori tornano così a lavorare insieme dopo l’esperienza delle serie Sky 1992, 1993 e 1994. La regia è di Simone Godano mentre la sceneggiatura è firmata da Giulia Steigerwalt.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Terry Cherubini, il dramma della figlia di Lorenzo: “Ora sono guarita

Miriam Leone, la trama di “Marilyn ha gli occhi neri”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da miriam leone (@mirimeo)

L’ex Miss Italia e Accorsi sono i protagonisti della storia. Si sono conosciuti al Centro Diurno frequentato da persone che hanno diversi disturbi comportamentali. I due sono oppositi: lei è molto estroversa e istintivo, lui si arrabbia facilmente, ha sviluppato diverse piscosi a causa di un percorso di vita che l’ha fatto affrontare prove dure.

Diventeranno soci lavorativi. Il loro compito è gestire un ristorante senza però creare problemi con il personale. Una prova che metterà i due a confronto con sé stessi ma anche l’uno con l’altra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lorena Forteza de Il Ciclone, che fine ha fatto? Ecco cosa fa oggi

Una coppia imperfetta, almeno così sembra. Collaborando però scoprono di avere delle doti nascoste, nonostante non siano portati per gestire un’attività del genere. Insieme possono fare tanto e forse non solo in ambito lavorativo.