Roma, strage nella casa di riposo a Lanuvio: 5 morti

0
692

5 anziani morti per una probabile fuga di monossido di carbonio, strage nella casa di riposo a Lanuvio vicino Roma.

(David Ryder/Getty Images)

Choc questa mattina a Lanuvio, in provincia di Roma, per una strage che si è verificata all’interno di una casa di riposo. Cinque le persone morte, sette gli intossicati. Tutti e dodici i presenti, due operatori e 10 ospiti, erano privi di sensi quando il personale ha preso servizio questa mattina.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Salvatore Esposito, lutto per Genny Savastano di Gomorra: “Maledetto Covid”

Subito è scattato l’allarme, ma all’arrivo dei mezzi del Suem 118, per alcuni anziani era troppo tardi. La struttura coinvolta dalla strage di questa notte è la casa di riposo Villa dei Diamanti a Lanuvio, in provincia di Roma, in queste settimane divenuta un Covid center per anziani.

—>>> Ti potrebbe interessare anche Costantino Ciavarella: morto di Coronavirus sindaco e medico del Gargano

Il dramma a Lanuvio: 5 morti nella casa di riposo nella notte, la ricostruzione dell’accaduto

La tragedia si sarebbe verificata, stando ai primi accertamenti, a causa di una fuga di monossido di carbonio- Questa ha perciò provocato il decesso di cinque degli anziani ospiti. Altre sette persone, secondo quanto è stato stabilito, sono state portate in ospedale e si teme per le loro condizioni. Tra le persone ricoverate, anche due operatori sanitari della struttura, che a quanto pare erano di turno nella notte. L’allarme come detto è scattato nella mattinata all’arrivo del personale sanitario di turno. Sul posto si sono precipitate immediatamente diverse ambulanze.

Tutte e dodici le persone erano prive di sensi, sia quelle decedute che quelle che erano svenute e sono state rianimate. La causa era probabilmente la mancanza di ossigeno. Di fatto, stando alla ricostruzione, nessuno si è accorto di quanto stava accadendo, poiché era notte e anche gli operatori stavano riposando. Questa mattina all’alba, si è immediatamente scatenato il caos, con scene di panico e drammatiche, quando è scattato l’allarme. Sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco, che con speciali apparecchiature hanno rilevato la presenza di sostanze tossiche, confermando così le cause del dramma. Ci sono inoltre le forze dell’ordine, per i rilievi del caso. La fuga di monossido di carbonio della notte dipenderebbe dall’impianto di riscaldamento. Aperta un’inchiesta della locale Procura.