Andrea Cavalleri arrestato, le gravi accuse: “Voglio fare come Traini”

0
241

Operazione contro l’eversione e il suprematismo, Andrea Cavalleri arrestato, le gravi accuse: “Voglio fare come Traini”.

(Facebook)

Un giovane di 22 anni di Savona, Andrea Cavalleri, è stato arrestato oggi e ristretto in carcere. Contro di lui ci sono accuse molto gravi. Il giovane, infatti, aveva costituito un’organizzazione – denominata “Nuovo Ordine Sociale” – di matrice nazionalsocialista. A quanto pare, via Telegram reclutava militanti.

Ti potrebbe interessare anche -> Caso Martina Rossi, due ragazzi prima assolti tornano sotto processo

Appassionato ed esperto di armi e oggettistica di tipo militare, il giovane – che non nascondeva simpatie per gruppi di estrema destra – aveva contatti con decine di persone in tutta Italia, per cui in diverse Regioni sono state fatte perquisizioni. Non nascondeva, nelle conversazioni online, la propria intenzione di fare una strage.

Ti potrebbe interessare anche -> TikTok, Blackout Challange: morte cerebrale per la bambina di Palermo

Chi è Andrea Cavallari, l’estremista arrestato oggi

Il modello di riferimento di Andrea Cavallari erano alcune stragi come quella del 2011 in Norvegia, a Utoya, ma sosteneva anche di voler emulare il gesto compiuto da Luca Traini il 3 febbraio 2018 a Macerata: “Io una strage la faccio davvero. L’unica cosa da fare è morire combattendo. Ho le armi. Farò Traini 2.0”, una delle frasi che è stata intercettata al giovane, che puntava anche a fare una strage modello Columbine, le cosiddette “school shooting”. Per lui – sosteneva – era “meglio morire così che una vita di m***a”.

Altro suo obiettivo era il movimento femminista molto attivo nel nostro Paese: “Voglio fare una strage a una manifestazione di femministe. Donne ebree e comuniste sono i nostri nemici. Le donne moderne sono senza sentimenti, bambole di carne da sterminare”. Infine, nella sua propaganda, teorizzava la distruzione di Israele, “uno Stato occupato dai sionisti”, e l’uccisione degli ebrei: “Gli ebrei sono il male primo da eliminare. Gli ebrei sono nati per distruggere l’umanità”. La Digos ha pensato bene di intervenire prima che dalle parole il giovane potesse passare ai fatti.