Uomini e Donne, Carlotta Savorelli: la malattia e gli insulti social

0
285

Insultata perché ha la psoriasi, l’assurda vicenda della Dama Over di Uomini e Donne, Carlotta Savorelli: la malattia e gli insulti social.

(screenshot video)

La dama del Trono Over Carlotta Savorelli di Uomini e Donne si è ritrovata al centro di un’assurda vicenda legata agli hater e al rapporto con i social. Bolognese classe 1985, la donna si è dovuta confrontare con degli insulti incredibili da parte di un utente a causa della sua malattia, la psoriasi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serena Enardu di Uomini e Donne, incendiata l’auto nella notte

Infatti, un anonima mano ha scritto tra i commenti: “Cesso, e poi fa la fanatica con quella pelle piena di chiazze”. Non è che la giovane donna non sia abituata a subire questo genere di insulti. Lo ha detto a chiare lettere in un lungo post che accompagna la foto in cui si è mostrata a gambe scoperte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Uomini e Donne, per Gemma un compleanno da dimenticare: ecco il motivo

Carlotta Savorelli e la sua lezione contro bullismo online e body shaming

Un appello contro il bullismo online e contro il body shaming il suo, ma quello che davvero mette i brividi è che davvero una persona venga insultata in quel modo per una malattia cronica come la psoriasi. A 12 anni, racconta Carlotta Savorelli sul suo profilo Instagram, ha iniziato a subire i primi insulti per quella sua condizione, quindi qualche anno dopo “ho imparato a sopportare gli sguardi schifati degli ignoranti”, racconta.

Tra i 24 e i 30 anni, ha anche tentato la strada della cura alternativa, della sperimentazione, nel tentativo di guarire, quindi di fronte all’ennesimo fallimento, a 31 anni, ha iniziato ad accettarsi per quella che è davvero. Nel suo post, la donna risponde indirettamente agli insulti: “Questo ‘essere’ immagino diventerà padre e trasferirà queste modalità ai suoi figli. Ci stupiamo di ciò che accade nelle scuole, nel parchetto, nei luoghi di aggregazione… ma è tutto molto semplice: la mela non cade mai lontano dall’albero”.