Cristiano Ronaldo sulla neve a Courmayeur: violati i confini regionali

0
775

Sanzione in arrivo per Cristiano Ronaldo, che per festeggiare il compleanno della fidanzata è volato a Courmayeur violando il divieto di spostamento tra regioni imposto dal governo.

Cristiano Ronaldo sulla neve a Courmayeur: violata la zona arancione
(Instagram)

Cristiano Ronaldo è nella bufera, ma non di neve: dopo aver passato una giornata a Courmayeur per festeggiare il compleanno della sua fidanzata Georgina Rodriguez è scoppiata la polemica. Il celebre calciatore juventino, recandosi nella nota località della Valle d’Aosta, ha violato i confini regionali chiusi dal governo per il contenimento dei contagi.

Le regole previste dall’ultimo Dpcm vietano infatti fino al 15 febbraio tutti gli spostamenti verso regioni o province autonome diverse dalla propria, comprese quelle arancioni e gialle. Gli unici motivi consentiti per viaggiare sono quelli di lavoro, salute o necessità.

Il fuoriclasse portoghese aveva un turno di riposo, non essendo stato convocato da Andrea Pirlo per la sfida di Coppa Italia contro la Spal. La vacanza lampo sarebbe dovuta restare in incognito, ma a tradire il campione bianconero è stato un video di pochi secondi su Instagram, poi rimosso dall’autore. Oggi Cr7 si trova nuovamente a Torino.

Ti potrebbe interessare anche -> Juventus-Spal 4-0, bianconeri in semifinale: Tabellino e Highlights

Cristiano Ronaldo a Courmayeur: multa in arrivo

Come riportato da La Stampa, Cristiano Ronaldo ha anche passato la notte in un noto albergo della zona, che ufficialmente sarebbe però chiuso. In compagnia di Georgina Rodriguez, il calciatore ha passato la mattinata in mezzo alla neve facendo un giro in motoslitta nell’area della val Vény, partendo dalla Zerotta per salire verso lo Chécrouit.

Ti potrebbe interessare anche -> Il video dello scontro tra Lukaku e Ibrahimovic: ecco cosa hanno detto

Al momento non risulta che la coppia sia stata multata per essere passata dal Piemonte alla Valle d’Aosta, entrambe in zona arancione, ma è molto probabile che nei prossimi giorni scatterà la multa da parte delle autorità. La Juventus non si è ancora ufficialmente esposta sulla vicenda, ma è possibile che possa sanzionare il suo numero 7.