Covid, da domani zona arancione solo per cinque regioni: le novità

0
147

Covid, da domani zona arancione solo per cinque regioni e nel resto tutta zona gialla ma con delle nuove aperture, dai ristoranti ai musei

Covid
(Photo by PHILIPPE DESMAZES/AFP via Getty Images)

Da lunedì 1 febbraio quasi tutti l’Italia sarà in zona gialla con importanti novità sulle aperture a partire dalla scuola. Solo Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e la Provincia Autonoma di Bolzano saranno in fascia arancione. Partiamo da queste per ricordare cosa è consentito fare e cosa non.

Si potrà liberamente circolare nel proprio Comune di residenza anche se un comprovato motivo che sarà invece necessario per andare in un territorio diverso.

Sempre in vigore il coprifuoco dalla 22.00 alle 5.00 negli altri orari si potrà anche far visite ad amici e parenti per un massimo di due ospiti alla volta (senza contare under 14, invalidi e persone non autosufficienti). Nei bar asporto consentito fino alle ore 18 e per i ristoranti è consentito sia l’asporto sia la consegna a casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Crisi di governo, incarico esplorativo a Fico: chi è il presidente della Camera

Covid, le novità per la zona gialla

In alcune regioni già da tempo in zona gialla le scuole superiori sono state riaperte per le lezioni in presenza. Nonostante la Campania lo sia già da qualche settimana, solo domani gli studenti torneranno tra i banchi.

Minori restrizioni per le zone gialle da domani: vietato uscire dalla regione fino al 15 febbraio se non per motivi di lavoro, salute o particolari necessità. Sarà però consentito andare nelle seconde case che sono fuori regione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ex agente Kgb: “Donald Trump uomo del Kgb per 40 anni”

Coprifuoco fino alle 22.00, oltre quell’ora sarà necessaria l’auto certificazione. I ristoranti saranno parti a pranzo e con i bar fino alle ore 18.00. Dopo sarà permesso la consegna a domicilio e dalle 22.00 l’asporto. Aperti anche i musei dal lunedì al venerdì con ingressi contingentati ma non nei giorni festivi.