Napoli-Parma, dove vederla. Panchine in bilico

0
281

Partita determinante. Gattuso e D’Aversa non hanno ancora cambiato marcia alle loro squadre

Napoli-Parma, dove vederla

Napoli-Parma, dove vederla

Napoli-Parma, dove vederla – Si avverte un silenzio strano a Napoli, perché tutti sanno che il momento è delicato e altri passi falsi non possono essere commessi. I partenopei si sono qualificati per le semifinali di Coppa Italia, ma pur segnando agevolmente quattro reti allo Spezia, hanno malamente rischiato di farsi rimontare nel secondo. Ancora troppo discontinua e insicura la squadra, con Gennaro Gattuso che sta cercando di fare di tutto pur di tenere lo spogliatoio a galla. I giocatori sono con lui e lo confermano le parole di Koulibaly alla vigilia della prima partita del girone di ritorno, ma De Laurentiis rimane sullo sfondo in silenzio e in una pausa meditativa sul da farsi, se continuare a dare fiducia a Ringhio, come scritto nell’ultimo tweet o prendere in considerazione altre strade. Le prestazioni dei suoi sono molto altalenanti, con buonissimi risultati alternati a grandi cadute. L’allenatore calabrese, in emergenza in attacco ormai da diverse settimane, sa di potersi affidare a un unico giocatore, che ha recuperato lui stesso. Hriving Lozano, il messicano che tanto sta facendo in questa stagione per regalare risultati e vittorie alla sua squadra, sia da esterno di attacco a destra, sia da prima punta. Osimhen tra infortunio alla spalla rimediato in nazionale e il Covid-19 ha perso tantissime partite, Mertens non è ancora a posto con la caviglia ed è tornato a fare degli accertamenti medici in Belgio. Petagna è stato appena recuperato dopo un fastidio al polpaccio che lo ha tormentato negli ultimi giorni, ma con il Parma dovrebbe partire titolare al centro dell’attacco. Allo Stadio Diego Armando Maradona neanche il Parma potrà vantare uno stato di salute migliore, soprattutto in classifica, dove la serie B è ancora un incubo tutto da scongiurare. «Fosse finito oggi il campionato, saremmo retrocessi», ha detto sconsolato Roberto D’Aversa, l’allenatore che ha sostituito Fabio Liverani alla guida degli emiliani e che nelle ultime tre gare ha raccolto solo un punto. Una sterzata è quindi necessaria per entrambe le squadre, in una partita che dal punto di vista del morale potrebbe valere ben più di tre punti (diretta tv dalle 18 su Sky Sport canale 202 e canale 251).

Così in campo

Per i padroni di casa si torna quindi al 4-3-3, con Petagna che guiderà l’attacco, affiancato da Lozano e Insigne. A centrocampo Zielinski, Demme ed Elmas, mentre in difesa la coppia Koulibaly e Manolas difenderà i pali di Ospina. Soprattutto in questo reparto il Napoli ha bisogno di maggior concentrazione, perché sulla carta sarebbe molto forte, ma nel corso della stagione le disattenzioni e gli errori commessi sono stati davvero troppo per una squadra che punta alla zona Champions. Le fasce saranno affidate come di consueto ai titolari Mario Rui e Di Lorenzo. Il Parma ancora non avrà Inglese, mentre i nuovi arrivi come il giovane talento rumeno Man devono ancora studiare bene i meccanismi tattici di D’Aversa. Osorio accanto a Iacoponi difenderà la pporta di Sepe, con Gagliolo e Conti terzini. Hernani torna a guidare il centrocampo, insieme a Kurtic e Grassi nella mediana a tre. Kucka avanzato invece sulla linea degli attaccanti, largo a destra, per dare manforte a Gervinho e Cornelius. I gialloblù hanno i numeri peggiori di tutta la Serie A per le reti subite e per quelle fatte. Contro il Napoli servirà la scossa, ma i partenopei non possono permettersi di concedersi nulla, perché anche loro sono osservati speciali in un momento cruciale della stagione.

Potrebbe interessarti anche -> Sampdoria-Juventus 0-2: Chiesa più Ramsey

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter