Elettrodomestici, cambiano le classi energetiche: le novità

0
532

Dal 1° marzo cambia la suddivisione delle classi energetiche degli elettrodomestici. Vediamo la nuova etichettatura prevista dalla Commissione europea.

le novità sulle classi energetiche degli elettrodomestici

Nel segno della sostenibilità ambientale, a partire dal 1° marzo gli elettrodomestici cambiano la loro classe energetica anche in Italia. I criteri della nuova etichettatura seguono le regole approvate dalla Commissione europea con l’obiettivo di generare sempre più risparmio ecologico.

La nuova classificazione parte dalla lettera A e arriva fino alla lettera G. Vengono messi da parte i segni “+” e vengono aggiunti i codici Qr per consentire agli acquirenti di avere informazioni più dettagliate.

Ti potrebbe interessare anche -> Ecobonus, già esaurito un terzo dei fondi per i veicoli a basse emissioni

Elettrodomestici: le novità sulle classi energetiche

Le modifiche approvate in Europa riguardano tutto il sistema di classificazione energetica, dai frigoriferi alle lavatrici, passando per lavasciuga e lavastoviglie. Gli aggiornamenti tengono conto dei nuovi standard di innovazione tecnologica per identificare il grado di efficienza energetica degli elettrodomestici in commercio.

Al momento secondo le nuove regole la classe A non ha alcuna assegnazione, mentre la classe B comprende pochi elettrodomestici. Il fine è quello di incentivare le aziende a migliorare il livello di efficienza delle nuove produzioni, posticipando il più possibile un nuovo aggiornamento delle etichette.

Gli elettrodomestici che fino ad ora sono stati in classe G saranno definitivamente tolti dal commercio. Gli apparecchi attualmente in classe A+++ passeranno invece alla classe C. La transizione tra la vecchia e la nuova classificazione energetica avverrà in due settimane, in modo tale da consentire la sostituzione delle vecchie etichette.

Ti potrebbe interessare anche -> Bonus Mobili, cos’è e a chi spetta: tutto quello che c’è da sapere

L’obiettivo della nuova etichettatura è quello di garantire una trasparenza migliore sugli standard di efficienza più elevati, un’attenzione maggiore alla sostenibilità ambientale e una comprensione più semplice delle informazioni attraverso i codici Qr.