Andrea Vianello racconta della sua malattia ad “Oggi è un altro giorno”

0
1526

Nella puntata di questo pomeriggio di Oggi è un altro giorno tra gli ospiti Andrea Vianello che racconterà la sua esperienza con l’ictus

Andrea Vianello
screenshot video

Oggi alle 14.00 su Rai1, durante il tradizionale appuntamento pomeridiano con il programma Oggi è un altro giorno, Andrea Vianello si racconterà a Serena Bortone. Il filo conduttore della puntata di oggi è quello della malattia e della sconfitta di essa, proprio come nel caso di Vianello che nel 2019 fu colpito da un’ischemia cerebrale che gli tolse temporaneamente la capacità di linguaggio, recuperata a seguito di un lungo percorso riabilitativo.

Leggi anche -> Cugini di Campagna, Ivano Michetti è stato colpito da un ictus

La storia di Vianello

Andrea Vianello, nipote del cantante Edoardo e dell’iconico Raimondo, è un giornalista e conduttore. Vianello in passato è stato direttore di Ra3 e dall’estate scorsa, dopo aver combattuto con malattia e riabilitazione, è tornato in carreggiata come direttore di Rai News24.

L’esperienza della malattia ha molto segnato il giornalista “Non voglio perdere quello che ho compreso in questi mesi. Non voglio più perdere tempo nelle stupidate. Siamo portati a ripetere gli stessi errori, ma cercherò di ricordarmi tutto”.

Vianello l’anno scorso ha anche scritto un libro Ogni parola che sapevo nel quale ripercorre le varie tappe della malattia e del percorso riabilitativo che ha dovuto affrontare. “Fare il libro era una necessità e una terapia perché volevo scrivere e non ci riuscivo. L’ho fatto da solo, senza usare nemmeno la correzione automatica. È stata dura ma è stato anche bello – racconta il giornalista – . Mentre scrivevo purtroppo io e mio fratello abbiamo anche perso il nostro papà, è stato un anno duro. E ho finito di scrivere il libro anche per lui, perché era un progetto che lo aveva reso felice”.

Nel suo libro l’uomo pone anche in luce i rischi di ictus dovuti alle manipolazioni al collo fatte da osteopati e chiropratici “Io ne avevo fatta poco prima che avessi l’ictus, non avevo colesterolo e non c’era altro motivo perché mi colpisse se non un problema meccanico, anche se non ci sono certezze. Non ci sono numeri su questo, ma c’è l’esperienza dei neurologi, dicono che può succedere ed è una cosa che pochi sanno”.

Il ritorno sul piccolo schermo di Vianello dopo la malattia è stato circa un anno fa durante la trasmissione di Massimo Gramellini Le parole della settimana. Oggi il giornalista condividerà ancora una volta la sua esperienza “spero, parlandone, di aiutare qualcuno che ha vissuto quest’esperienza. Già dopo la mia partecipazione alla trasmissione di Gramellini, tante persone mi hanno ringraziato”.