Dalia Kaddari, curiosità: chi è la promessa dell’atletica azzurra

0
856

Tra gli ospiti della trasmissione ‘Quelli che il calcio’ c’è Dalia Kaddari, curiosità: chi è la promessa dell’atletica azzurra.

(Buda Mendes/Getty Images)

Tra le giovani leve dell’atletica italiana c’è sicuramente lei, Dalia Kaddari, ospite di Quelli che il calcio nella puntata del 14 febbraio. Ma cosa sappiamo di lei? Proviamo un po’ a scoprire insieme chi è la ragazza nata a Cagliari, primatista nazionale under 20 dei 200 metri piani.

Leggi anche –> Chi è Sara Piccinini, la Lady Peluso di Quelli che il Calcio: lavoro e carriera

Padre marocchino e madre sarda, la giovane compirà vent’anni nelle prossime settimane, essendo nata il 23 marzo 2001, ma ha già ottenuto dei risultati molto importanti quando non era ancora maggiorenne. La passione per l’atletica nasce che è ancora adolescente: nel 2014 muove i primi passi nell’agonismo.

Leggi anche –> Quelli che il Calcio, chi è Francesca Brienza: il rapporto con Rudi Garcia

Cosa sapere sulla velocista azzurra Dalia Kaddari

Ha poi ancora 17 anni nel 2018, quando conquista la medaglia d’argento sui 200 metri piani ai Giochi olimpici giovanili di Buenos Aires. Si tratta di quella che è la migliore prestazione italiana della categoria allievi con 23″45. Il primato indoor italiano tra le under 20 lo batte nel 2019 con il tempo di 23″93, poi riesce a fare ancora meglio. Infatti, quel tempo viene abbassato a 23″85 il 9 febbraio 2020 ai campionati italiani under 20 indoor che si svolgono ad Ancona.

I risultati migliori li inizia a ottenere a partire dall’estate 2020 e sono sicuramente un buon viatico per il suo futuro. In particolare, il 30 agosto dello scorso anno, si laurea per la prima volta campionessa italiana assoluta dei 200 metri piani ai campionati italiani assoluti di Padova. Il tempo è di 23″30, che migliora una quindicina di giorni dopo. Infatti, il 15 settembre 2020 a Bellinzona realizza la migliore prestazione italiana under 20 di sempre nei 200 metri piani con il tempo di 23″23. Un record che resisteva dal 2002, quando Vincenza Calì corse quella distanza con un tempo di due centesimi superiore.