PresaDiretta: 22 febbraio, le anticipazioni della nuova puntata

0
50

Nella nuova puntata PresaDiretta proverà a tracciare le orme di un anno di Covid-19. Il programma cercherà con l’inchiesta di spiegare e rintracciare i passi in avanti fatti nella ricerca e il tracciamento dei contagi, a 365 giorni dal “paziente uno”.

(photo repertorio Rai.it)

A un anno esatto la pandemia viaggia ancora e l’emergenza sanitaria non sembra avere fine. Stasera su Rai 3 e in prima serata “L’onda lunga dell’epidemia”. L’inchiesta di PresaDiretta si spingerà oltre per comprendere cosa sappiamo sulla mortalità nelle terapie intensive e a che punto siamo con il tracciamento dei contagi. Toccherà anche al “Long Covid”, ossia quelle patologie persistenti anche dopo la fine della malattia: e come come viene curato?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Attentato in Congo: Vittorio Iacovacci, il carabiniere ucciso

Al centro del racconto anche il futuro molecola Rna, sulla quale sono stati progettati i vaccini di nuova generazione. “La guerra contro il tempo della scienza attorno alle varianti del virus.” Un racconto quello di  PresaDiretta che affronterà un tema di primo piano, come la lotta che si è trovato a combattere il Servizio Sanitario Nazionale, tra corridoi ospedalieri e crisi sanitaria, raccontata dalle interviste ai medici e agli scienziati in primo piano per guerra al virus. Saranno intervistati dai microfoni di PresaDiretta scienziati del calibro di Craig Mello, Nobel per la Medicina, noto per i suoi studi sulla molecola Rna e Ewan Birney, vicedirettore generale del Laboratorio Europeo di Biologia Molecolare (EMBL), uno degli istituti più importanti  d’Europa dove si studiano le varianti del virus con uno dei più grandi database di sequenze del genoma a livello mondiale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus-Crotone, dove vederla. Pirlo senza alibi

Il programma affronterà anche la spinosa questione della scarsità delle dosi di vaccino e il da parte di alcune case farmaceutiche. Seguendo poi la complessità di una domanda come quella della modifica del programma vaccinale e delle tempistiche sul completamento della vaccinazione per l’intera popolazione. “Il mondo è pronto a liberalizzare i brevetti e a rivedere le norme che ne regolamentano l’esclusiva?” PresaDiretta si confronterà con Silvio Garattini, illustre farmacologo italiano tra i fondatori dell’Istituto Mario Negri e con Nicola Magrini direttore generale dell’Aifa.

Tutto questo stasera su Rai Tre, in prima serata “L’onda lunga dell’epidemia”, una inchiesta di Riccardo Iacona e Daniela Cipolloni, Francesca Nava, Eleonora Tundo, Elisabetta Camilleri, Raffaele Manco e Fabrizio Lazzaretti.