Fiorentina-Roma, dove vederla. Sfida Made in Usa

0
303

Proprietà americana per viola e giallorossi. Commisso sfida i Friedkin

Fiorentina-Roma, dove vederla

Fiorentina-Roma, dove vederla

Fiorentina-Roma, dove vederla – Un incontro a stelle e strisce. La Roma e la Fiorentina condividono una proprietà straniera, con tanti piani per le strutture e per gli stadi per il prossimo futuro, ma nel presente sarà il campo a decretare la vincente. Gli uomini di Paulo Fonseca fanno visita alla squadra allenata da Cesare Prandelli al Franchi di Firenze per provare a fare risultato e rimanere attaccati alla Juventus in classifica (diretta tv dalle 20:45 su Sky Sport canale 202 e canale 252). I viola non possono perdere come accaduto contro l’Udinese, perciò faranno del loro meglio per rendere difficile la trasferta dei giallorossi. Sono solo sette i punti dalla zona retrocessione, con un esito in questa stagione che si sta rivelando troppo modesto per le ambizioni del presidente Rocco Comisso. Dopo lo 0-2 dell’andata allo Stadio Olimpico, la Fiorentina ha invece voglia di riscatto e bisogno di punti, altrimenti rischia di rimanere a secco contro i giallorossi per due match consecutivi di Serie A per la prima volta dal 2014, peggiorando il suo trend degli ultimi anni. Per contro è dal 2018 che la Viola non vince contro la Roma, mentre Fonseca potrebbe essere il primo allenatore dei giallorossi a ottenere due successi consecutivi al Franchi. Per chiudere la parentesi delle statistiche, la Fiorentina ha però la possibilità di lasciare a secco l’attacco giallorosso in trasferta per la quarta gara consecutiva. L’ultima volta era capitato nel 1985, ma con questo reparto offensivo sarà difficile per gli uomini di Fonseca non riuscire a segnare contro una difesa che finora di reti ne ha subite 36. Il tecnico portoghese della squadra ospite non può contare su Dzeko. L’attaccante  bosniaco sarà fuori per almeno due settimane, mentre a questo punto la scelta obbligata di Fonseca ricadrà sullo spagnolo Borja Mayoral alla guida dell’attacco.

Così in campo

La formazione studiata dal portoghese, considerati tutti gli infortuni, soprattutto del reparto offensivo, per il resto sarà la stessa vista contro il Milan, con l’eccezione di Diawara dal primo minuti a centrocampo e del difensore Kumbulla che rientra finalmente dall’infortunio e che giocherà al posto di Fazio, che non era stato protagonista di un’ottima prestazione contro i rossoneri. Dietro Mayoral dovrebbero scendere nuovamente in campo dal primo minuto Mkhitaryan e Pellegrini, supportati sulle fasce da Spinazzola e Karsdorp. Inamovibile Veretout a centrocampo, mentre Cristante e Mancini andranno a completare il reparto difensivo per proteggere da Vlahovic e compagni il porta di Pau Lopez. Per i viola sarà proprio il serbo a dover finalizzare le azioni dei padroni di casa, con Ribery accanto come rifinitore, mentre potrebbe partire nuovamente come titolare Pulgar in mediana. Amrabat e Castrovilli gli daranno supporto, mentre Venuti a destra e Biraghi a sinistra correranno sulle fasce. Il terzetto difensivo di Dragowski sarà formato da Milenkovic, Pezzella e Martinez Quarta. Dovranno prestare molta attenzione a una squadra che ha già segnato in stagione 48 volte. Una rete in meno del Napoli, una in più del Milan e lo stesso numero della Juventus, dietro solo a Inter e Atalanta, i due migliori attacchi della Serie A. I giallorossi per contro non possono sottovalutare la voglia di rivalsa dei viola, che già contro la Juventus hanno dimostrato di poter far male alla retroguardia delle grandi squadre. Vlahovic continua a essere in stato di grazia, mentre la stella francese è sempre un giocatore difficile da marcare, se in condizione. Quasi sicuramente ne guadagnerà lo spettacolo, ma per quanto siano diversi gli obiettivi di fine stagione per le due squadre, tre punti in palio restano importanti per chiunque, qualsiasi posizione si occupi in classifica.

 

Potrebbe interessarti anche -> Juventus-Spezia 3-0: Pirlo vince con i cambi.

Segui gli aggiornamenti della Serie A su Twitter