Chi è Rocco Papaleo? La biografia dell’attore

Rocco Papaleo è da anni un attore affermato nel panorama della comicità italiana. Regista e sceneggiatore, nato il 16 agosto 1958 a Lauria, in Basilicata, si traferisce a Roma per intraprendere la carriera universitaria, ma il 1985 sarà l’anno della svolta.

walks a red carpet for ‘The Place’ during the 12th Rome Film Fest at Auditorium Parco Della Musica on November 4, 2017 in Rome, Italy.

Rocco Papaleo inizia la sua carriera da attore, prima teatrale, proprio negli anni dei studi universitari. Deciderà però di cambiare facoltà e di darsi pienamente agli studi di recitazione, in quel periodo incontrerà Rodolfo Laganà. La sua carriera avrà inizio nel 1985, dove reciterà in teatro con l’opera teatrale “Sussuri rapidi” di Salvatore di Mattia, tre anni dopo esordirà sul piccolo schermo, con il varietà Ewviva in onda su Canale 5. L’anno dopo entrerà a far parte del cast di “Classe di ferro”, una serie televisiva trasmessa da Italia 1. 

L’esordio “d’oro” arriverà però sul grande schermo, sotto la regia di Mario Monicelli ne Il mare oscuro, un piccolo ruolo che darà però a Rocco Papaleo una spinta per entrare nel circuito cinematografico. Esperienza che porterà l’attore lucano a esordire questa volta come attore protagonista nel film I laureati di Leonardo Pieraccioni. Si susseguiranno collaborazioni con Paolo Virzì in “Ferie d’agosto” (1995), Umberto Marino con “Finalmente soli” (1997), Giulio Base con La bomba (1999) e Giovanni Veronesi, con Il barbiere di Rio (1996) e Viola bacia tutti (1998). Le maggiori apparizioni saranno dirette però da Pieraccioni, che ritroverà diverse volte nel corso della propria carriera: Il paradiso all’improvviso (2003), Ti amo in tutte le lingue del mondo (2005), Una moglie bellissima (2007), Io & Marilyn (2009) e Finalmente la felicità (2011). 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Will Smith, dopo il cinema la politica: “Io Presidente Usa? Magari in futuro”

Arriveranno collaborazioni anche con un altro grande della comicità italiana, Vincenzo Salemme, con Volesse il cielo! (2002). Con Carlo Vanzina ne Il pranzo della domenica (2003) e grazie al film riceverà la una candidatura ai Nastri d’Argento come miglior attore non protagonista.

Nel 2010 però Rocco Papaleo proverà a intraprendere la carriera da regista con Basilicata coast to coast (2010),  affiancato da attori come Gassmann, Paolo Briguglia Giovanna Mezzogiorno con la collaborazione di Max Gazzè. La pellicola premierà l’intraprendenza di Papaleo con un Nastro d’Argento e un David di Donatello come regista esordiente nel 2011. Negli anni si aggiudicherà anche altri premi, come il Premio nazionale Vincenzo Padula per il Sud nel cinema

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> MasterChef 2021, ecco le anticipazioni sulla finale di questa sera

Nel 2013 dirigerà ancora le scene di Una piccola impresa meridionale e nel 2016 quelle di Onda su Onda. Nell’ultimo decenni Rocco Papaleo ha partecipato a tantissime pellicole che lo hanno reso uno degli attori comici più amati dagli Italiani. L’attore, oltre a diversi show e programmi televisivi di successo, vanta anche una partecipazione a Sanremo 2012 come co-conduttore al fianco di Gianni Morandi.