Monica Guerritore ospite di Achille Lauro: le anticipazioni dell’attrice

0
242

Monica Guerritore questa sera sull’Ariston con Achille Lauro ed Emma Marrone: ecco cosa faranno nell’esibizione

Monica Guerritore
Getty Images

Si scaldano i motori per la terza serata del Festival di Sanremo. Come di consueto negli ultimi anni è l’appuntamento dedicato alle cover. Ieri Achille Lauro ha omaggiato Mina con la sua treccia rossa mentre stasera con Emma Marrone e l’attrice Monica Guerritore canterà il brano Penolope.

Intercettata da Oggi è un altro giorno, il programma Rai condotto da Serena Bortone, Monica Guerritore ha parlato all’inviato della trasmissione Domenico Marocchi subito dopo le prove con Achille Lauro. “Non si può spoilerare niente”, dice il giornalista che chiede comunque all’attrice cosa bisognerà aspettarsi questa sera.

Guerritore ha paragonato Achille Lauro a David Bowie evidenziato che l’artista “scrive le sue narrazioni con tutto, la musica, il corpo, le luci, la scenografia. È un artista totale”. Infine anticipa – nel limiti del possibile – cosa succederà stasera sul palco: “Faremo teatro“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sanremo 2021, Max Gazzé: ecco cosa significa Trifluoperazina Monstery Band

Monica Guerritore, chi è: ha lavorato anche con Vittorio De Sica

Getty Images

Nata a Roma nel 1958, Monica Guerritore è attrice di teatro, cinema e televisione. Una delle sue ultime comparse sul piccolo schermo fu per la fiction Rai Non uccidere dove vestì i panni della madre dell’ispettore di polizia Valeria Ferro (Miriam Leone).

PORTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> I due drammatici eventi che hanno segnato la vita di Rita Dalla Chiesa

Aveva solo 13 anni quando recitò in Una breve vacanza del maestro Vittorio De Sica. Nel 1976 recitò in Signore e signori: buonanotte accanto a un altro gigante del cinema italiano, Marcello Mastroianni. C’è tanto teatro nella sua carriera ma il grande pubblico la ricorda anche per aver recitato in quattro film erotici a metà anni Ottanta che consacrano a sexy symbol: Fotografando Patrizia, La venexiana, Scandalosa Gilda, e Sensi. Non solo attrice ma anche regista di teatro per opere come Giovanna d’Arco e dall’Inferno all’Infinito. Dal 2011 è Commendatore al Merito della Repubblica su nomina del Presidente Giorgio Napolitano.