Laci Peterson, l’amore bugiardo: il giallo della donna uccisa

0
990

La vicenda di Laci Peterson, l’amore bugiardo: il giallo della donna uccisa che ha ispirato un film con Ben Affleck.

Scott e Laci Peterson

La vicenda di Laci Denise Peterson, classe 1975, è stata oggetto di un caso di omicidio molto pubblicizzato dai mass media. La donna è infatti scomparsa mentre era incinta di otto mesi del suo primo figlio. Secondo quanto riferito, è stata vista l’ultima volta viva il 24 dicembre 2002. Suo marito, Scott Peterson, è stato successivamente condannato per omicidio della moglie e del figlio ancora non nato.

LEGGI ANCHE –> Rebecca Zahau, delitto senza colpevole: il giallo della giovane donna

Dalla sua condanna, Peterson è stato ospitato nella prigione di stato di San Quentin, in attesa di sentenza capitale, sebbene la sua condanna a morte sia stata annullata il 24 agosto 2020. La vicenda ha ispirato diverse fiction, documentari e speciali, oltre al film interpretato da Ben Affleck nel 2014: Gone Girl – L’amore bugiardo.

LEGGI ANCHE –> Dawn Schiller, chi è la donna che si era innamorata di John Holmes

Chi era Laci Peterson e perché è stata uccisa dal marito Scott

Figlia di imprenditori caseari, chiamata così dalla mamma come una sua vecchia compagna di scuola, Laci Peterson cominciò da ragazzina a lavorare nell’azienda di famiglia. Residenti a Escalon, in California, i suoi genitori Sharon e Dennis hanno divorziato quando Laci e suo fratello Brent erano giovani. Sharon e i bambini si sono trasferiti a Modesto, ma nel fine settimana tornavano spesso in fattoria. Sharon alla fine sposò Ron Grantski, che aiutò a crescere Laci e Brent da quando Laci aveva due anni. La giovanissima Laci Peterson divenne una cheerleader a scuola, nel 1994 ha incontrato Scott, il suo futuro marito. Il loro primo appuntamento fu una battuta di pesca d’altura durante la quale Laci ebbe il mal di mare.

A partire dalla fine degli anni Novanta, la coppia va a vivere insieme e nel 2002 la giovane donna resta incinta. Nel novembre 2002, quando Laci era incinta di sette mesi, Scott è stato presentato da un amico a una massaggiatrice di Fresno di nome Amber Frey. In dichiarazioni pubbliche successive, la donna ha detto che Scott le ha detto che era single e che i due hanno iniziato una relazione romantica. L’ultima volta che i genitori di Scott hanno visto Laci è stato durante un fine settimana di tre giorni che hanno trascorso insieme a Carmel, in California, la settimana prima del Natale 2002. A parte suo marito Scott, le ultime due persone note per aver parlato con Laci prima che scomparisse erano la sua sorellastra, Amy, e sua madre, Sharon. L’uomo sostenne che la moglie era sparita dalla sua abitazione, ma di non saperne nulla.

Il 13 aprile 2003, una coppia che portava a spasso il cane trovò i resti in decomposizione, ma ben conservati, di un feto maschio tardivo in una zona paludosa della costa della baia di San Francisco nel parco regionale della costa di Point Isabel a Richmond, a nord di Berkeley. Il giorno dopo, un altro passante trovò invece il cadavere di Laci Peterson. La donna era stata decapitata e fatta a pezzi. Le sue gambe erano addirittura scomparse. Il 18 aprile 2003, i risultati dei test del DNA hanno verificato che si trattava dei corpi di Laci e del figlio non ancora nato, Conner. La donna era stata massacrata e fatta a pezzi prima di essere abbandonata. Solo le successive indagini rivelarono che Scott Peterson era un traditore seriale: oltre ad Amber Frey, emersero altre amanti, ma la testimonianza della massaggiatrice fu fondamentale a far emergere la verità.